Cyberpunk 2077: sviluppatori ricevono minacce di morte a seguito del nuovo ritardo

A seguito del più recente ritardo di CD Projekt Red per Cyberpunk 2077, gli sviluppatori del gioco avrebbero ricevuto minacce di morte.

Il game designer senior Andrzej Zawadzki ha parlato su Twitter per esprimere le sue frustrazioni riguardo alle azioni di alcuni di questi fan. Il gioco avrebbe dovuto uscire il 19 novembre, ma è stato posticipato di 21 giorni e ora uscirà il 10 dicembre. Mentre Zawadzki ha chiarito che capisce perché i fan sono delusi, ha anche colto l’opportunità per difendere i suoi colleghi sviluppatori del gioco, accusando coloro che portano le cose a un livello così estremo.

Cyberpunk 2077 ha subito numerosi ritardi ed è facile capire perché alcuni fan sono frustrati. Tuttavia, alla fine della giornata, il team di sviluppo ha impiegato anni di sforzi per rendere il gioco il migliore possibile, e nessuno dei soggetti coinvolti vuole vedere il rilascio ritardato ulteriormente.

Nel Tweet incorporato di seguito, è chiaro che Zawadzki è altrettanto frustrato dall’ultima battuta d’arresto.

I social media hanno dato ai fan un accesso di gran lunga maggiore agli sviluppatori di giochi che mai, ma alcuni fan danno tale accesso per scontato.

In ogni punto precedente nella storia del mezzo di videogioco, i fan e gli sviluppatori avevano una capacità limitata di comunicare direttamente. Non c’è mai una scusa che giustifichi una minaccia di morte, e la realtà è che questo tipo di azioni indurrà alcuni sviluppatori ad astenersi dal comunicare completamente danneggiando tutti.

La passione per i giochi unisce sia i giocatori che gli sviluppatori. Un sacco di sangue, sudore e lacrime servono alla realizzazione di qualsiasi titolo. È perfettamente ragionevole essere frustrati per il ritardo di Cyberpunk 2077, ma i fan devono ricordare che anche gli sviluppatori che realizzano questi giochi sono persone e non meritano di ricevere minacce di morte per problemi che sono fuori dal loro controllo.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: