Dan Harmon, co-creatore di ‘Rick & Morty’, è costretto a cancellare il profilo Twitter

Sembra proprio che di questi tempi linciare registi e sceneggiatori per delle cose fatte decenni fa sia una moda piuttosto diffusa. Come ben saprete recentemente la Disney ha compiuta la grandissima scelta di licenziare James Gunn dalla regia di Guardiani della Galassia Vol. 3, e sembra proprio che una sorte simile sia toccata a Dan Harmon, creatore di Community e co-creatore di Rick & Morty insieme a Justi Roiland.

Harmon è stato costretto a cancellare il suo profilo Twitter e ad allontanarsi per un po’ dai social media a causa di uno sketch in cui Harmon tratta in modo piuttosto spinto, grottesco e decisamente non buonista e retorico il tema dell’abuso sui minori. In pratica lo sketch vede questo personaggio, interpretato dallo stesso Harmon, che entra in una casa di nascosto per abusare sessualmente dei bambini che vi abitano. Perché, secondo la logica del personaggio, stuprando dei bambini si può prevenire che questi diventino dei serial killer. Ovviamente è una cagata, che punta al far ridere lo spettatore per la folle missione del personaggio, ma molti altri non l’hanno vista in questo modo.

Questo sketch è venuto fuori recentemente al Comic-Con di San Diego, dove è stato mostrato e moltissime persone si sono indignate, scatenando così un’altra bufera che ha costretto Harmon ad allontanarsi dai social media per un po’ di tempo. La cosa potrebbe interessare soprattutto noi fan della serie animata di Rick & Morty, una delle serie animate più geniali e divertenti degli ultimi tempi, perché c’è la possibilità che tale faccenda possa avere degli effetti sulla quarta stagione della serie, attualmente in fase di pre-produzione. Onestamente non credo che la cosa possa influenzare la produzione di una serie come Rick & Morty, d’altronde Harmon si è solo allontanato volontariamente dal web, non è stato licenziato, quindi per ora non sembrano esserci problemi, ma sappiamo tutti come questo sistema bastardo funzioni.

 

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: