Dan Lin ha rifiutato il ruolo di “Kevin Feige della DC” stando agli ultimi aggiornamenti

Il produttore cinematografico Dan Lin, che era in trattative per diventare capo dell’unità cinematografica e televisiva DC Comics della Warner Bros. Discovery, non accetterà il lavoro, dopo tutto, secondo le fonti. Le due parti hanno concluso i negoziati senza raggiungere un accordo.

La notizia arriva durante un periodo tumultuoso per la neonata Warner Bros. Discovery. Il CEO David Zaslav ha tentato di ricostruire WarnerMedia dopo averla fusa con Discovery ad aprile, inclusi licenziamenti ed eliminazioni di contenuti dal servizio di streaming HBO Max. Le azioni sono scese di circa il 50% dalla chiusura della fusione.

Dopo aver discusso di una potenziale offerta della Warner Bros., Lin ha deciso di rimanere alla Rideback, la società cinematografica e televisiva che ha fondato e gestisce, ha detto la fonte, che ha chiesto di non essere nominata perché i colloqui erano privati. Lin ha prodotto film come “The Lego Movie” e l’adattamento per il grande schermo in due parti di “It” di Stephen King.

Un portavoce della Warner Bros. Discovery ha rifiutato di commentare. Lin non è stato immediatamente contattato per un commento.

Il produttore cinematografico 49enne era uno dei preferiti per ricoprire il ruolo, con le aspettative che Lin avrebbe riferito direttamente a Zaslav e avrebbe aggirato i capi divisione di HBO e HBO Max, Warner Bros. TV e Warner Bros. Pictures. Le discussioni sul contratto hanno avuto complicazioni a causa dell’impegno di Lin nella Rideback e di come la Warner Bros. Discovery lo avrebbe compensato per questo, ha detto la fonte.

Le due parti si sono scambiate i termini e Lin voleva mantenere operativa la Rideback con una partecipazione di proprietà con la WBD, ed entrambe le parti hanno deciso di andare avanti dopo che i negoziati si sono impantanati.

Zaslav ha cercato qualcuno per stabilizzare la nave della divisione cinematografica DC, casa di supereroi come Wonder Woman e Superman, poiché la Warner Bros. Discovery mira a replicare il tipo di successo di cui godono i Marvel Studios della Disney. La Warner Bros. ha recentemente spostato il sequel di “Aquaman”, la cui uscita era prevista per marzo 2023, ora fissata a dicembre 2023. “The Flash”, anch’esso in uscita l’anno prossimo, è oggetto di controversie a causa della sua star, Ezra Miller. E poi sappiamo cos’è successo a Batgirl.

Ad aprile è stato riferito che Zaslav si era avvicinato a Emma Watts, un ex dirigente cinematografico di spicco della 20th Century Fox e della Paramount, per darle il ruolo, ma che Watts non ha accettato il lavoro. La Warner Bros. Discovery sta parlando con molti altri candidati per il lavoro. Zaslav ha incontrato personalmente Lin nel tentativo di convincerlo ad accettare il lavoro.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: