Dark Universe: il franchise perde il regista de L’Uomo Invisibile

Dopo aver annunciato i piani per il Dark Universe con i mostri classici della storia del cinema in nuovi contesti, la Universal era pronta ad esordire con il proprio universo condiviso incentrato sul mondo dell’orrore, facendo rivivere icone cinematografiche con attori di grande fama collegati a ciascun progetto.

Sfortunatamente il futuro appare cupo per il Dark Universe, dopo la delusione al botteghino de La Mummia, ed anche se per La Moglie di Frankenstein qualcosa sembra muoversi, un nuovo duro colpo potrebbe tornare a mettere a repentagli il futuro del franchise.

A quanto pare Ed Solomon non è più coinvolto nel progetto del remake de L’Uomo Invisibile.

“Alla fine della giornata penso che la Universal ed io avessimo un’idea diversa di cosa sarebbe potuto essere il film”, ha detto Solomon a Digital Spy. “Abbiamo iniziato a pensare che le nostre nozioni si sarebbero unite e così avrei dovuto ascoltare più da vicino cosa volevano davvero. Penso che Universal abbia dovuto fare una specie di resa dei conti, ‘cosa stiamo combinando con il Dark Universe?’, e peso che lo stiano riconfigurando in questo momento il che trovo sia una cosa buona. Ad ogni modo, non ci sto più lavorando.”

In molti, fra fan e non, erano entusiasti di questo universo condiviso, mentre film come The Wolfman con Benicio Del Toro e I, Frankenstein con Aaron Eckhart hanno recentemente usato questi iconici personaggi adattandoli in modi poco brillanti, cercando di dargli una sorta di risveglio moderno. Il Dark Universe è stato anticipato anni fa, con Dracula Untold inizialmente presupposto come primo capitolo, ma probabilmente per la tiepida performance al botteghino si è deciso alla fine di far partire il tutto con La Mummia.

Proprio come Dracula Untold, che non ha convinto con il suo stile fin troppo “glam”, anche La Mummia ha avuto tiepide risposte sia al botteghino che dalla critica internazionale. Con la fanfara che circonda quindi il franchise e con nomi come quelli di Cruise, Depp, Russell Crowe e Bardem coinvolti, c’è solo da aspettare e vedere come verrà gestito il futuro, perchè certamente non è stato all’altezza delle aspettative, ma c’è comunque termini per il miglioramento, per aggiustare il tiro.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: