Dark Universe: Universal ha veramente cancellato il franchise?

Dopo che La Mummia ha calcato il cinema di tutto il mondo, dividendo opinione pubblica e critica e portando Alex Kurtzman ad allontanarsi dal progetto, il futuro dell’universo espanso noto come Dark Universe potrebbe essere in pericolo.

Prima de La Mummia alcuni erano scettici riguardo alla creazione di un altro universo cinematografico collegato nello stile della formula Marvel, ma la foto dedicata alla promozione della mummia dove comparvero Tom Cruise, Sofia Boutella e Russell Crowe, protagonisti del film, affiancati da Johnny Depp (inteso come l’uomo invisibile) e Javier Bardem (scelto per La Sposa di Frankenstein), rinfrancò lo spirito dei fan dei personaggi. Poi è uscito La Mummia.

La pellicola si è rivelata un insuccesso di critica, conquistando solo il 16% di consensi su Rotten Tomatoes, che come sappiamo ormai influenza il cinema, ed ha incassato un totale di 409 milioni di dollari a livello mondiale, contro i 125-195 milioni di budget, rivelandosi quindi una delusione per la Universal. Infine, come se non bastasse, Alex Kurtman, il regista, e Chris Morgan, produttore, e sceneggiatore degli ultimi 5 Fast & Furious, nonostante fossero gli architetti del Dark Universe hanno lasciato il progetto per dedicarsi ad altre cose.

Purtroppo c’era da aspettarselo visto che l’accoglienza ha universalmente considerato la pellicola come non un buon primo capitolo di un universo espanso. Infine la Universal si è impegnata a rimandare a tempo indeterminato La Moglie di Frankenstein, diretto da Bill Condon, cancellando la pre-produzione e rimuovendo la data di rilascio precedentemente fissata al 14 febbraio 2019.

Un insider dell’industria cinematografica avrebbe lasciato intendere che il Dark Universe e la sua lista di film interconnessi potrebbero esser stati cancellati, ma che la Universal sarebbe comunque ancora intenzionata a portare i mostri di nuovo al cinema, ideando una maniera migliore per farlo, come darli in mano a Jason Blum e la Blumhouse per realizzare degli stand-alone one-shot.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: