David Ayer a proposito della sua Harley Quinn e della comparazione con quella di Birds of Prey

Il regista di Suicide Squad, David Ayer, afferma che la storia di Harley Quinn è stata “sviscerata” per motivi politici.

Il regista lo ha detto su Twitter quando un fan ha chiesto perché ha preso la direzione che ha preso con il personaggio. Potrebbe riferirsi a mandati di studio o semplicemente a preferenze, ma è difficile da dire. Quel fan si chiedeva perché Harley finisse per essere così sessualizzata in Suicide Squad rispetto alla sua interpretazione in Birds of Prey. Sembra che Ayer abbia sostenuto che durante il processo creativo ci sono state molte cose che gli sono sfuggite di mano.

“Purtroppo il suo arco narrativo è stato sviscerato. Era il suo film in molti modi. Guarda, ci ho provato. Ho reso accurata ai fumetti Harley ma ora è tutto politico. Qualunque cosa. Voglio solo divertire. Farò di meglio.”

Sembra che, sempre ce ci sarà una prossima volta, vorrebbe fare le cose un po’ diversamente. Come sapete, THR ha parlato con la cineasta di Birds of Prey, Cathy Yan, su come il suo film si è esibito al botteghino. Bene, la regista ha avuto molto da dire su come Birds of Prey è stato trattato da diversi punti vendita.

E’ sembrato avere un problema con la percezione più di ogni altra cosa. Il trattamento del film è ovviamente parte di quella schiera di processi creativi che rendono bello un film, ed infatti la pellicola è inequivocabilmente di qualità, ma nonostante questo ormai gli è stato affibbiato lo stigma di “deludente”, e come sappiamo questo può essere difficile da togliere.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: