David Ayer smentisce i recenti rumor sul taglio delle scene del Joker in Suicide Squad

David Ayer si è rivolto ai social media per negare una recente affermazione pubblicata da The Hollywood Reporter che afferma che lui abbia tagliato dello screentime del Joker di Jared Leto dal film Suicide Squad del 2016 perché non era soddisfatto della prestazione del vincitore dell’Oscar.

“Si tratta di informazioni imprecise”, ha scritto Ayer in risposta all’articolo THR. “Non le mie parole o azioni”.

La storia dell’Hollywood Reporter sosteneva che lo studio Warner Bros. non fosse “elettrizzato” da Leto mentre stava entrando nel personaggio. L’attore è noto per essersi comportato stranamente sul set, con strani regali ai suoi co-protagonisti, tra cui un topo vivo a Margot Robbie e proiettili a Will Smith. Leto ha anche inviato maiali morti al cast dell’ensemble di Suicide Squad durante le prove.

Una fonte con conoscenza della situazione avrebbe detto a The Hollywood Reporter che Ayer “non era così contento della performance”. La storia sembra indicare che l’insoddisfazione di Ayer per il Joker di Leto lo abbia portato a ridurre drasticamente il ruolo del personaggio nel film.

Il Joker di Leto appare nel film Suicide Squad per circa 10 minuti su 123 minuti, nonostante sia pesantemente presente nel marketing del film. Leto è stato presentato come personaggio principale ed è stato onesto nelle interviste circa l’aver girato molte più scene di quelle utilizzate nella versione finale, e anche quella estesa, di Suicide Squad.

Leto non ha preso parte ai nuovi piani della Warner con la DC, che è andata avanti coi piani per il film con il Joker di Joaquin Phoenix, che è diventato un successo da 700 milioni al botteghino mondiale. Si dice che Leto fosse arrabbiato per la creazione di un film sul Joker da parte della Warner Bros. e, a quanto si dice, ha persino cercato di fare fermare la produzione.