David Koepp parla del suo piano cancellato per la trilogia di Spider-Man

I film di Spider-Man con Tobey Maguire sono alcuni dei film più importanti del cinema tratto dai fumetti.

La trilogia lanciata nel 2002 ha aiutato a ridefinire il genere e ha dimostrato facendo scuola. Negli anni successivi, i nomi di Maguire e del regista Sam Raimi sono stati spesso associati all’alta qualità quando si parla cinecomics, ma un nome non viene menzionato come dovrebbe.

Il primo film di quella trilogia di Spider-Man deve molti dei suoi crediti creativi allo scrittore David Koepp, lo stesso scrittore che ha scritto Jurassic Park e Mission: Impossible. A quanto pare, Koepp aveva idee su dove portare la trilogia e ha avuto la possibilità di dar loro vita con il riavvio di Andrew Garfield.

Koepp sta attualmente promuovendo il suo film, You Should Have Left, ma nelle interviste per l’uscita home-video del film della Universal gli è stato chiesto del suo lavoro con i film di supereroi.

“C’è stato un periodo forse sette o otto anni fa in cui sarei tornato per un paio di film di Spider-Man, dopo che avevano realizzato il primo Amazing Spider-Man”, ha spiegato Koepp a Collider. “Col primo Spider-Man ho pianificato quello che pensavo dovesse essere una storia lunga tre film, e poi per via di tutte le personalità coinvolte non ha funzionato per me il continuare a scrivere i film di Spider-Man.”

Lo scrittore è quasi tornato indietro per raccontare altre storie di Spider-Man, molte delle quali avrebbero tratto spunto dalle idee inutilizzate che aveva messo da parte dopo il primo film, ma alla fine decise di non farlo.

“Quindi ero entusiasta di tornare e provare a finire la storia che ho iniziato a raccontare nel primo, e mentre stavamo per metterci d’accordo ho tirato fuori alcune idee vecchie e ho iniziato a delineare quei due film, così ho pensato: ‘Non puoi tornare indietro. Quel momento è passato. Il tempo in cui mi sentivo bene con quella storia era 10 anni fa, e non ha senso cercare di riciclarla’. Così non l’ho fatto.”

La storia che Koepp ha immaginato era abbastanza diversa da quella che è stata realizzata nella trilogia di Raimi.

“Fondamentalmente [la mia idea per la trilogia] avrebbe caratterizzato la storia tra Gwen Stacey e Harry Osbourne, ma ho ideato tutto in modo diverso”, ha terminato Koepp. “Volevo che Gwen venisse uccisa nel mezzo del secondo film, perché avrebbe seguito una specie di colpo di scena in stile L’Impero Colpisce Ancora, e avevo diversi cattivi che volevo usare. Sarebbe stato un modo diverso di raccontare quella storia.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: