DCEU: Christopher McQuarrie disponibile per un film

Il regista statunitense Christopher McQuarrie sta ottenendo non poca fama negli ultimi anni, dato che è regista degli ultimi deu capitoli della saga di Mission Impossible (ovvero Mission Impossible: Rogue Nation Mission Impossible: Fallout, quest’ultimo in uscita in Italia alla fine del prossimo mese) e anche per avere preso parte, anche se in modo molto marginale, ai reshoot di Rogue One insieme a Tony Gilroy. Ad ogni modo, durante un’intervista con ScreenRant il film maker ha avuto modo di affrontare un discorso piuttosto interessante: il suo coinvolgimento, come regista, in un cinecomic della DC Comics.

Durante l’intervista, McQuarrie ha rivelato di esser disposto a dirigere un film della DC, in particolare parliamo del sequel de L’Uomo D’Acciaio e  del film sulle Lanterne Verdi, che attualmente ha il titolo di Green Lantern Corps. Procediamo per gradi. McQuarrie è interessato a dirigere un film sull’Uomo d’Acciaio proprio perché nella continuity del DCEU è Henry Cavill ad interpretare il figlio di Krypton, e McQuarrie ha avuto modo di lavorare con l’attore recentemente proprio in Mission Impossible: Fallout, e sembra che i due si siano trovati molto bene nel lavorare insieme. Ma quello che McQuarrie vuole assolutamente per accettare questo ipotetico incarico è una buona storia. Infatti, questo è quello che il regista ha rivelato durante una recente intervista con ScreenRant:

A me interessa una buona storia. Questo è veramente quello di cui ho bisogno. Voglio dire, quando è iniziata la faccenda de L’Uomo D’Acciaio, fu perché qualcuno mi aveva chiesto se volevo lavorare di nuovo con Henry. E non ci metterei un secondo a dare la risposta. Accolgo sempre la porta che si apre. 

Mentre, per quanto riguarda Green Lantern Corps la cosa è nata quando un rumor in rete voleva Tom Cruise come interprete di una delle Lanterne, molto probabilmente lo stesso Hal Jordan, e dato che tre dei quattro film di McQuarrie hanno Cruise come protagonista i redattori di ScreenRant, andando avanti con l’intervista, gli hanno chiesto cosa ne pensasse della questione:

Sai, devo dirlo, Tom e io non ne abbiamo mai parlato. Parliamo sempre di ciò su cui stiamo lavorando o di quello su cui lavoreremo dopo. Penso che, ancora una volta, penso che se mostri loro una bella storia, penso che se gli mostri una storia davvero emozionante, non lo so, sai, non posso mai prevedere. Non potrò mai prevedere quello che sceglierà di fare.

Quindi quello che McQuarrie vuole più di ogni altra cosa è una buona storia che possa permettergli di fare un film memorabile, emozionate e che possa lasciar qualcosa dentro lo spettatore. Oppure potrebbe essere un semplice cinecomic divertente, ma quello che importa è che McQuarrie ci possa mettere tutta la passione che ha, esattamente come ha fatto con Rogue Nation e, speriamo, con Fallout.

 

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: