Detroit ha finalmente terminato la sua gigantesca statua di RoboCop dopo ben 10 anni di lavoro

Detroit ha finalmente terminato la sua gigantesca statua di RoboCop dopo ben 10 anni di lavoro.

Il Metro Times ha incontrato Brandon Walley e Jerry Paffendorf per parlare del progetto iniziato nel 2011. La storia racconta che un residente di Detroit ha detto al sindaco della città, Dave Bing, che avevano bisogno di una statua di RoboCop. Da lì, il duo ha finanziato con il crowdfunding uno sforzo per costruire il monumento, e ha raccolto $ 17.000 in soli tre giorni.

Fred Barton Productions ha aiutato con il design del personaggio e poi i primi rinvii son arrivati. Si scoprì che una gigantesca statua di metallo è estremamente costosa, ma la squadra ha continuato a darsi da fare. Giorgio Gikas è intervenuto per aiutare a sviluppare il prodotto finale. Ci sono stati problemi d’integrità strutturale, insieme al fatto che l’artista ha dovuto combattere il cancro.

Ma Gikas e il team non hanno mai rinunciato al progetto. La statua è stata completata, ma non senza pesanti perdite finanziarie. Inoltre, il sito proposto per questo monumento è cambiato molto in un decennio e ora devono trovare una nuova casa per RoboCop. Il Michigan Science Center avrebbe dovuto essere il sito d’installazione della statua, ma a quanto pare non sarà così.

L’organizzazione ha rilasciato una dichiarazione spiegando la loro decisione di muoversi in una direzione diversa.

“Siamo grati al team di Imagination Station e ai loro partner per aver incluso il Michigan Science Center nel viaggio della statua di RoboCop”, ha spiegato il Michigan Science Center. “Lavorando con Imagination Station nel 2018, MiSci, un museo privato senza scopo di lucro che non riceve finanziamenti operativi comunali, statali o federali, aveva pianificato di installare la scultura in bronzo di 11 piedi di altezza adiacente al Centro in concomitanza con i miglioramenti ai nostri terreni. Ma, date le pressioni senza precedenti della pandemia, le risorse di MiSci devono ora essere interamente concentrate sulla nostra missione principale di servire gli studenti e le famiglie del Michigan.”

Per ora devono quindi aspettare. Ma le persone che hanno contribuito al crowdfunding e coloro che si prendono cura della città stanno cercando di individuare una nuova casa per il personaggio. Quindi, speriamo che la saga della statua possa finire.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: