Diasy Ridley stava quasi per lasciare la recitazione prima di Star Wars

Per ogni attore che cerca di farcela nello show business, ce ne sono altrettanti che non vedranno mai il trampolino del grande salto, così è facile associare l’ottenere grandi ruolo come quelli all’interno dei franchise (Marvel, Star Wars, DC), come un’opportunità che nessuno si farebbe scappare.


73 domande a Daisy Ridley


Daisy Ridley è sicuramente uno degli esempi più calzati di questo esempio, un’attrice che prima del ruolo ce l’ha fatta conoscere al mondo, aveva preso parte a piccole parti in show britannici, ma quello che forse non sapete è che prima di diventare Rey la bella attrice inglese era quasi in procinto di abbandonare la recitazione.

“All’inizio diceva che avea quasi finito con il recitare – lavorava in un pub.

[…]Questo non è solo un ruolo in un film. Questa una religione per alcune persone.”

Questo disse Abrams in due diverse occasioni, la prima per Vogue nel far capire come trovò la prima volta la bella attrice britannica, e la seconda quando offrì alla Ridley la parte. Anche se ci sono state delle avvertenze prima, niente poteva averla veramente preparata a ciò che l’aspettava.

Con la premiere di Star Wars: Gli Ultimi Jedi che si avvicina sempre di più, Ridley ha rivelato a Vogue gli avvertimenti che Abrams le ha dato quando per la prima volta firmò per interpretare Rey:

“Comprendi la scala di dimensioni che rappresenta… cambia le cose ad un livello che è inconcepibile. [lei annuì con entusiasmo] Non sai a cosa stai andando incontro.”

Abrams che ha preteso di trovare un volto nuovo per il ruolo, ha descritto Daisy Ridley come “una persona emozionale, una persona vera, ed una persona davvero divertente“, ed anche “fiduciosa a livello inumano“.

“Avevamo bisogno di qualcuno che potessi percepire come qualcuno che potresti conoscere. Che fosse bellissima ma non qualcuno che sembrasse appartenere da un’altra specie. Avevi bisogno di amarla. Daisy arrivò e la sua faccia di presentò come espressiva, ampia, bella, e così chiara.”

Si può dire che la sua ascesa alla fama non sia troppo dissimile dalla vita del suo personaggio, per quanto prima fosse sconosciuta e vivesse una vita anonima, adesso è al centro dell’attenzione per molti motivi. Infine Rian Johnson, regista di Gli Ultimi Jedi, ha detto a proposito della ragazza:

“Come Rey, lei ha un talento straordinario, che è parso venir fuori dal nulla. Penso che Daisy abbia solo grattato la superfice delle sue abilità.”

Star Wars: Gli Ultimi Jedi uscirà nelle sale il 13 dicembre 2017 con Rian Johnson alla regia e alla sceneggiatura.

Nel cast ritorneranno Daisy Ridley (Rey), Mark Hamill (Luke Skywalker), Carrie Fisher (Leia Organa), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Adam Driver (Kylo Ren/Ben Solo), Domnhall Gleeson (Generale Hux), Gwendoline Christie (Capitan Phasma), Peter Mayhew (Chewbacca), Lupita Nyong’o (Maz Kanata), Andy Serkis (leader Supremo Snoke), Anthony Daniels (C3-PO) e Billie Lourd (Tenente Connix). Tra le new entry abbiamo Laura Dern, Benicio Del Toro e Kelly Marie Tran (Rose).

La fotografia sarà a cura di Steve Yedlin, mentre la colonna sonora sarà ovviamente firmata da John Williams.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: