Disney e 20th Century Fox chiudono finalmente l’accordo da 73 miliardi

Come precedentemente pronosticato, il lungo sviluppo dell’accordo fra Disney e la 20th Century Fox si concluderà ufficialmente stasera, e cambierà senza dubbio il panorama non solo dei film Marvel ma anche del resto del panorama cinematografico d’intrattenimento.

Così ha commentato la cosa la 20th Century Fox:

Un grande rooster di licenze e talenti si trasferirà alla Walt Disney a partire da domani pomeriggio (ora italiana) e con esso una varietà di diversi franchise e personaggi che la Marvel possedeva una volta, ma che alla fine ha dovuto vendere ad altre compagnie all’inizio degli anni ’90 per evitare il fallimento.

Tra questi personaggi sicuramente spiccano il ritorno di proprietà come gli X-Men e Fantastici 4, ma fa questi figureranno anche Deadpool e il suo super, la gruppo X-Force – che a quanto pare sono pronti a tornare sul grande schermo – e per l’occasione Ryan Reynolds ha celebrato il grande cambiamento nel modo “più Deadpool possibile”.

Reynolds su Instagram ha condiviso un’immagine di Deadpool su uno scuolabus con i testa le orecchie di Topolino, Sul fianco del bus si può chiaramente vedere la scritta “Disney”, come a intendere un trasferimento scolastico.

Deadpool è una delle più grandi storie di successo che la Disney stia ereditando con questo accordo, dal momento che il franchise è passato da uno scaffale all’altro – a un juggernaut al botteghino – dopo che il filmato di prova è trapelato online. È stata una così grande reazione che la Fox è passata rapidamente alla produzione, e da allora ha lanciato un sequel, una versione PG-13, e avrebbe dovuto anche lanciare uno spin-off sulla X-Force con Deadpool, Cable e Domino, di cui ancora non sappiamo niente se non che è ancora in sviluppo.

L’accordo tra Disney e Fox è finalmente arrivato alla finalizzazione, causando un massiccio cambiamento nel settore dell’intrattenimento. Con l’accordo, Disney acquisirà FX, Fox Searchlight e National Geographic, quindi firme come gli X-Men, I Simpsons, Alien, I Fantastici 4 e tanti altri ancora, oltre ovviamente alle proprietà Marvel.

Un vecchio rapporto di Variety suggerisce che la Disney stia considerando l’implementazione di alcune proprietà Fox come un’impronta separata. Questo sarebbe simile a ciò che Disney ha fatto con Marvel, Lucasfilm e Pixar. La mossa renderebbe inoltre Disney + e Hulu più attraenti per i consumatori con un offerta più ricca di marchi prestigiosi come FX e Fox Searchlight.

Quindi ricapitolando, con questo accordo Disney ha acquisito per 73,1 miliardi di dollari gli studi cinematografici e televisivi della 20th Century Fox, i vari canali via cavo in cui figurano FX Networks, National Geographic, ben 300 canali internazionali, 22 network televisivi sportivi regionali, il 30% di Hulu (che in ogni caso poi salirà al 60%), il 50% di Endemol Shine Group, la piattaforma satellitare Star India e il 39% di Sky.