Disney e Fox mettono in campo le banche con l’avvicinarsi dell’accordo finale

Dopo che CNBC rivelò la cosa a tutto il mondo si sono susseguite una serie di informazioni particolari circa questo tanto atteso accordo fra la Disney e la Fox, che più che un accordo è una compravendita con una cifra da capogiro (ben 60 miliardi di dollari).

A quanto pare, stando agli ultimi aggiornamenti rilasciati da Variety, entrambe le società starebbero schierando in campo alcune squadre di banchieri per elaborare l’accordo.

Disney sta lavorando con un gruppo che include JP Morgan e Guggenheim Partners. Entrambe gli enti hanno relazioni da molto tempo con la Disney. La Fox invece ha la Goldman Sachs e Centerview Partners che gestiscono i loro numeri. Parrebbe che la Centerview si stia focalizzando sui dettagli finanziari relatiti agli asset della Fox, quelli che non fanno parte dell’accordo, quindi sport e news. Stando al sito è probabile che la verbalizzazione di un accorto finito possa essere raggiunta prima di Natale, nessuna delle due compagnie ha però commentato la cosa, quindi per adesso non siamo certi.

La Disney starebbe negoziando un accordo del valore di 74 miliardi di dollari, il 30% in più rispetto ad i 57,4 miliardi che il gruppo di Murdoch calcolò. Nell’accordo dovrebbero entrare quindi lo studio televisivo e cinematografico della Fox, le reti FX Network, il gruppo Nat Geo, ben 22 reti sportive regionali, la lista dei canali internazionali della Fox, tra cui Star India ed il 39% di Sky. Ciò che invece rimarrebbe fuori dall’accordo sarebbero la Fox Broadcasting Co., le 28 reti televisive O&O e i canali nazionali come Fox Sports e Fox News.