Disney pronta al contrattacco verso Comcast per l’acquisizione del gruppo Fox

Come riportato, visto che ormai seguiamo questa vicenda attivamente, Comcast ha confermato la scorsa settimana il loro piano di “mettere i bastoni fra le ruote” alla Disney facendo un’offerta in contanti per l’acquisizione dela 21st Century Fox, chiamata anche Gruppo Fox, ed adesso, a quanto pare, la casa di Tolopino di starebbe allineando per il contrattacco.

Come sapete, Disney ed il gruppo Fox continuano a rifiutarsi di rilasciare un commento, ma in una recente chiamata del 9 maggio, il presidente esecutivo della Fox, Lachlan Murdoch, ha risposto circa alla potenziale offerta arrivata da Comcast dicendo che in realtà sono impegnati in un accordo con la Disney e che stanno lavorando per finalizzarlo, ma ha aggiunto poi che comunque tutti i loro doveri fiduciari vanno verso gli azionisti, che tradotto vorrebbe dire che se quest’ultimi prendessero in considerazione l’offerta in contanti, effettivamente più allettante, il corteggiamento da parte di Comcast prenderebbe a diventare più reale.

Fra le nuove informazioni quindi, stando a quanto riportato da CNBC, la Disney è disposta non vuole mollare e si è detta disposta ad offrire una somma di denaro significativa, se necessario, per superare l’offerta di Comcast e siglare l’accordo.

Per fare un veloce riassunto, la ditta di comunicazioni ha dichiarato che qualsiasi offerta per la Fox sarebbe un “premio per il valore della offerta all-share corrente dalla Disney”, ma non ha rivelato un prezzo previsto, che ricordiamo dovrà superare i 52,4 miliardi dollari offerti dalla casa di topolino. Il conglomerato dei media ha aggiunto che la struttura e le condizioni della sua offerta per i beni del gruppo Fox – comprese le disposizioni normative a rischio e la tassa di terminazione che sarebbe tenuto a pagare – sarebbero “altrettanto favorevoli per gli azionisti della Fox come l’offerta di Disney”.

Vi ricordiamo che se quest’accordo arrivasse alla sua conclusione, Disney o Comcast acquisirebbero gli studi cinematografici e televisivi della 20th Century Fox, i vari canali via cavo in cui figurano FX Networks, National Geographic, ben 300 canali internazionali, 22 network televisivi sportivi regionali, il 30% di Hulu (che in ogni caso poi salirebbe al 60%), il 50% di Endemol Shine Group, la piattaforma satellitare Star India e il 39% di Sky.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: