Doctor Sleep: un video mostra la rivisitazione delle scene prese dal capolavoro di Stanley Kubrick

Doctor Sleep: un video mostra la rivisitazione delle scene prese dal capolavoro di Stanley Kubrick

In questo momento il Doctor Sleep di Mike Flanagan è al cinema che compie la sua corsa al botteghino, e mentre da noi è uscito il 31 ottobre, negli Stati Uniti questo è il primissimo weekend d’apertura per la pellicola sequel di The Shining.

Per via di questa specifica cosa, la pagina Facebook ufficiale di Stanley Kubrick ha pubblicato un’interessante video featurette che mostra il film del maestro del cinema citato all’interno del film diretto da Flanagan, e spiega perchè per il secondo sia stato molto importante il rivisitare le scene dal film del maestro.

Come sapete la cosa era già stata caratterizzata da Flanagan in una recente intervista con EW, in cui aveva parlato di come era riuscito a convincere Stephen King a approvare quella necessaria inclusione (e trovare il coraggio per rivisitare le scene), nonostante, come sappiamo, lo scrittore non abbia mai apprezzato il film di Kubrick.

“Senti”, ha detto. “Sono un tuo fan da sempre, sei il mio eroe, ma leggendo Doctor Sleep tutte le immagini che mi si palesavano in testa arrivavano dal film di Kubrick”.

Ciò è ovviamente normale, visto che The Shining è letteralmente onnipresente nel panorama moderno e di un tempo del cinema, è impresso a fuoco nell’immaginario collettivo delle persone che amano il cinema, sopratutto ha vinto la prova del tempo in un modo in cui pochissime pellicole possono fare. Non esisteva altro modo di raccontare la stoia se non col citare il capolavoro del maestro del cinema.

“[E’] qualcosa che alberga nella mia testa per via di Stanley Kubrick e non posso fare finta di niente. Era riluttante e per questo gli ho detto: ‘Lascia che ti spieghi come mi voglio approcciare alla storia’, e gli ho illustrato una sequenza all’interno dell’Overlook Hotel, mettendo i puntini sulle i sull’essere il più fedele possibile nel resto alla storia originale.”

A quanto pare King alla fine ha ceduto alle richieste di Mike Flanagan, ingoiando un rospo non facile da mandar giù, e a quanto detto dal regista: “Dopo aver esercitato i suoi diritti di approvazione, Stephen si è messo da parte volontariamente perché il suo modo di pensare è che ‘il libro è il libro, il film è il film e deve essere tuo‘.”. Semplicemente non voleva interferire col processo creativo di Flanagan.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: