Dragon Age 4 è in sviluppo e uscirà nel 2023 secondo Jeff Grubb

L’EA Play Live 2021 ha fatto felici centinaia di migliaia di videogiocatori con l’annuncio del remake di Dead Space, ma purtroppo durante l’evento in diretta non sono state condivise informazioni su tanti altri giochi molto attesi, tra cui i nuovi capitoli di Mass Effect, Star Wars e Dragon Age.

Jeff Grubb, il giornalista di VentureBeat che solo pochi mesi fa aveva anticipato correttamente l’annuncio del nuovo Dead Space, ha parlato di Dragon Age 4 in un suo recente articolo per il portale GamesBeat, affermando che secondo una sua fonte l’uscita sarebbe prevista per un generico 2023.

Negli ultimi mesi BioWare ha parlato spesso del nuovo Dragon Age, affermando che “il progetto è considerato una priorità assoluta” e che “i lavori procedono a gonfie vele”. Secondo Jeff Grubb lo studio starebbe pensando a una release entro due anni, ovvero nove anni dopo il lancio di Dragon Age: Inquisition, probabilmente con il nuovo Mass Effect in uscita poco dopo.

La sviluppatore, la BioWare, ha chiarito all’inizio di questo mese che non avrebbe presentato alcun gioco all’EA Play, spiegando in un tweet: “Stiamo lavorando sodo per creare i prossimi giochi di [Dragon Age] e [Mass Effect] e abbiamo alcune cose eccitanti in arrivo per Star Wars: The Old Republic“, si legge nel post sui social media.

Nello stesso articolo, Jeff Grubb anticipa anche che il gioco sarà completamente singleplayer, e che non è prevista l’aggiunta della modalità multiplayer nemmeno in futuro. Questa informazione è il linea con quanto dichiarato dal giornalista di Bloomberg Jason Schreier nel febbraio di quest’anno, ma al momento non può essere confermata.

Tornando alla data d’uscita, è bene ricordare che nel 2019 il CFO di EA Blake Jorgensen aveva confermato che il nuovo Dragon Age non avrebbe visto la luce prima del termine dell’anno fiscale 2022 (aprile 2022-2023), informazione che restringerebbe ulteriormente la finestra di lancio.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: