Dune ed il curioso caso della pirateria che sembra spingere le persone a vedere il film in sala

Lo spettacolo di fantascienza da 160 milioni di dollari della Warner Bros. Pictures, Dune, potrebbe trovarsi di fronte a un destino peggiore dei vermi della sabbia giganti: i leaker online.

Come confermato da Variety, almeno tre importanti siti di streaming illegali ospitano copie in qualità HD di Dune, complete di campanelli e fischietti come sottotitoli in inglese, danese, spagnolo e arabo. Oltre a ciò, migliaia di utenti hostano e condividono copie su siti di torrent.

Come punto di confronto, recenti successi come Black Widow e Venom: Let There Be Carnage hanno anche loro migliaia di utenti che seminano copie su siti di torrent, ma raramente con una copia ad alta risoluzione. Quasi tutti i film arrivano sul mercato dei pirati in qualche modo, dai VOD indipendenti strappati il ​​giorno dell’uscita, a diverse ondate di leak di blockbuster, da copie portatili traballanti registrate in sala, a file sempre più chiari durante la run del film dei cinema. Vengono distribuiti anche screener di aspiranti premi che portano a un inevitabile picco di pirateria.

Addetti ai lavori affermano che la pirateria di Dune rientra nelle normali aspettative dello studio e si sta avvicinando alla metà rispetto ad altri blockbuster nel 2021.

Data la densità fantascientifica di Dune, i leaker potrebbero essere un pubblico privilegiato, che forse stanno mangiando i rendimenti al botteghino. Tuttavia, sono emerse discussioni interessanti sul subreddit “Piracy”, in cui gli utenti affermano di sentirsi responsabili del successo del film di Denis Villeneuve.

L’ho piratato e ho anche intenzione di pagarlo e guardarlo in IMAX. Questo film merita di essere visto nel miglior modo possibile“, ha scritto un utente; “Bel film, cazzo! Sicuramente andrebbe visto sul grande schermo. Mi occupo di pirateria, ma questo film merita di ricevere un po’ di amore. Inoltre, voglio essere sicuro che ottenga una parte 2″, ha scritto un altro.

Un recente rapporto del Global Innovation Policy Center ha stimato che l’economia statunitense perde tra $ 29,9 miliardi e $ 71 miliardi di entrate ogni anno a causa della pirateria.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: