Dune: Jason Momoa pensa che il film sarà ancora più grande di Aquaman e Game of Thrones

Jason Momoa, che interpreta Duncan Idaho nell’imminente adattamento di Dune, pensa che il film sarà ancora più grande di Aquaman e Game of Thrones.

Leggi anche: il primissimo trailer dell’atteso film di Denis Villeneuve

Dune, diretto da Denis Villeneuve, previsto per il rilascio nel dicembre del 2020, è un remake dell’omonimo film del 1984 e basato sul romanzo di Frank Herbert del 1965. Oltre a Jason Momoa, Dune presenta nel cast anche Timothee Chalamet, Zendaya, Oscar Isaac e molti altri nomi riconoscibili. Momoa, come alcuni dei suoi co-protagonisti, non è estraneo agli adattamenti cinematografici e televisivi a grande budget, avendo precedentemente interpretato Arthur Curry in Aquaman e Khal Drogo in Game of Thrones, quindi i fan sono molto entusiasti di vedere come si evolverà il suo ruolo in Dune.

Con il trailer di Dune in uscita all’inizio di questa settimana, Momoa ei suoi co-protagonisti hanno generato molto clamore per il film. Dune è stato a lungo considerato un libro “non adattabile”, soprattutto dal momento che il film del 1984 non ha funzionato molto bene. Tuttavia, con un team esperto che lavora sia davanti che dietro la telecamera, molti credono che il film del 2020 non solo avrà successo, ma rivoluzionerà il genere della fantascienza.

Jason Momoa è certamente uno di quei credenti. In una recente conferenza stampa riportata per la prima volta da Cinemablend, Momoa ha rivelato che la sua esperienza di lavoro su Dune differiva significativamente dai suoi progetti precedenti. Momoa ha descritto Villeneuve come un genio del cinema e ha detto che Dune non assomiglia ai film d’azione che aveva fatto prima.

“Come si confronta? Beh, non ho mai lavorato con un regista di questa portata. Denis è un genio del cinema, e in generale tutto il materiale d’azione che ho fatto non è stato visto da nessuna parte, nemmeno lontanamente vicino al lavoro di Denis. Solo guardando alcune delle mosse che avrei fatto, andando dietro la telecamera e vedendo gli occhi di Greig, con Denis, non ho mai visto qualcosa di così bello in una scena di combattimento. Generalmente le cose che faccio non sembrano così belle. Quindi grazie, Denis.”

Leggi anche: Denis Villeneuve si lancia in una serie di elogi verso Timothée Chalamet

“Il problema inizia quando la gestione di Arrakis viene trasferita dall’imperatore dalla casa nobiliare degli Harkonnen alla casa Atreides. Gli Harkonnen non vogliono rinunciare al loro privilegio, però, attraverso sabotaggio e tradimento gettarono il giovane duca Paul Atreides nel duro ambiente del pianeta per morire. Lì si imbatte nei Fremen, una tribù di abitanti del deserto che diventano la base dell’esercito con cui reclamerà ciò che è suo di diritto. Paul Atreides, tuttavia, è molto più di un semplice duca usurpato. Potrebbe essere il prodotto finale di un esperimento genetico a lungo termine progettato per allevare un super umano; potrebbe essere un messia. La sua lotta è al centro di un nesso di persone ed eventi particolari e le ripercussioni si avvertiranno in tutto l’Impero”.

Dune uscirà nelle sale statunitensi il 18 novembre 2020, con Denis Villeneuve alla regia, su una sceneggiatura di Eric Roth, John Spaihts e dello stesso Villeneuve, tratta dall’omonimo romanzo di Frank Herbert, e con Cale Boyter, Joseph M. Caracciolo Jr., Mary Parent e Denis Villeneuve come produttori. La fotografia sarà a cura di Greig Fraser, mentre la colonna sonora sarà composta da Hans Zimmer.

Nel cast Timothée Chalamet (Paul Atreides), Rebecca Ferguson (Lady Jessica), Jason Momoa (Duncan Idaho), Josh Brolin (Gurney Halleck), Zendaya (Chani), Dave Bautista (Glossu ‘Beast’ Rabban), Oscar Isaac (Duke Leto Atreides), Javier Bardem (Stilgar), Charlotte Rampling (Madre Mohiam) e Stellan Skarsgård (Barone Harkonnen).

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: