E3 2016: la conferenza di Electronic Arts

L’E3 continua e dopo la a dir poco sorprendente conferenza di Bethesda ora tocca a Electronic Arts, che ci ha presentato una conferenza interessante non quanto quella di Bethesda, ma comunque dei titoli da tener d’occhio.

Innanzitutto sono stati mostrati i primi trailer per il tanto vociferato Titanfall 2, seguito di Titanfall, che aveva fatto parlare tantissimo di sé prima dell’uscita ma poi non se l’è filato quasi nessuno. Sarà così anche per il secondo capitolo? Per ora non mi preoccuperei di ciò e direi di guardare i due trailer. Il primo che vi proponiamo è dedicato al multiplayer, e ci mostra diverse nuove meccaniche di gioco come il rampino, i nuovi titani e nuove mosse con diverse animazioni, che sembrano fatte molto, molto, bene.

A me Titanfall mi ha sempre ispirato ma dato che era un’esclusiva Xbox One non ho mai avuto l’opportunità di provarlo, ma stavolta la storia è diversa. Infatti Titanfall 2 sarà disponibile anche per PS4. Di seguito infine trovate il trailer dedicato alla campagna in single player.

Ovviamente il single-player avremo diversi elementi ripresi dal multiplayer per quanto riguarda il gameplay e questo per me è un bene ma anche la trama non sembra niente male. A quanto pare il centro di tutto sarà il rapporto tra il titano e il suo nuovo pilota, una cosa che mi ha sorpreso non poco nel vedere che anche i titani godono di una proprio caratterizzazione e dal trailer sembra proprio che il titano protagonista sia anche meglio caratterizzato del pilota. Quindi che il gioco sia caratterizzato anche da una bella trama? La cosa continua a farsi sempre più interessante. Il gioco uscirà il 28 ottobre 2016 e sarà disponibile per tutte le console current gen.

EA riporterà alla ribalta un altro franchise che ha fatto la storia, ovvero quello di Mass Effect con Mass Effect: Andromeda, già annunciato con un teaser trailer l’anno scorso. Probabilmente si tratta di uno spin-off, e quindi lo si può giocare senza aver giocato per forza gli altri tre capitoli, ma la cosa certa è che per gli amanti della fantascienza questo gioco potrebbe essere davvero spettacolare. Trovate il trailer qui di seguito.

Mi è sembrato molto simile a Destiny ma con una grafica e un gameplay migliori e anche le animazioni facciali dei personaggi sembrano davvero convincenti, permettendoci di capire le emozioni provate da essi. Io essendo un appassionato di fantascienza ho avuto la pelle d’oca vendendo il trailer; le ambientazioni, le creature e l’input della trama convincono appieno. Credo proprio che devo iniziare a recuperare Mass Effect.

Andando avanti con la conferenza, EA ha dimostrato con un video che si sta impegnando al 200% sui videogiochi tratti da Star Wars, impiegando diverse case di sviluppo molto note: Visceral Games, DICE, Respawn, Motive Studios, Bioware e Criterion. Qui di seguito trovate un video nel quale viene mostrato come vogliono procedere con il franchise Star Wars. In programma ci sono nuovi aggiornamenti per Star Wars Heroes, gioco per mobile, e Star Wars: The Old Republic. DICE è al lavoro su un nuovo Battlefront che uscirà alla fine del 2017 (probabilmente ispirato stavolta alla trilogia prequel). Visceral Games è al lavoro su un videogioco di Star Wars incentrato su una nuova storia che andrà a inserirsi nel famoso universo espanso. La cosa più interessante però è che stanno sviluppando un gioco su Star Wars, simile a Battlefront, da poter usare col VR, oppure si tratta della possibilità di giocare uno dei videogiochi attualmente in sviluppo col VR. Chissà, la curiosità è molta e sono contento che EA si stia concentrando così tanto sui videogiochi della saga più celebre di sempre.

Ovviamente non poteva mancare il nuovo Battlefield 1 ambientato nella Prima Guerra Mondiale che personalmente non vedo l’ora di poter giocare. E’ stato dichiarato che in Battlefield 1 il tasso di distruzione sarà elevatissimo (già sbavo) e che le partite saranno caratterizzate da un meteo dinamico che andrà a influire sul terreno di gioco. Alcune modalità del multiplayer saranno molto particolari, perché l’esito della partita influirà, in maniera non ancora ben definita, anche a quello che accadrà al di fuori del terreno di gioco. Non si sa bene cosa voglia dire, ma bisogna aspettare ancora un po’. Infine è stato dichiarato che nel gioco potremo usare i veicoli più grandi che si siano mai visti in un Battlefield. Questi veicoli sono chiamati Behemont e comprendono dirigibili, navi e treni corazzati. Per poter capire cosa ci aspetta ecco a voi un trailer con immagini di gioco.

Che dire? Raramente attendo un fps con così tanto hype. La cosa più intrigante viene ora. Per essere sicuri di voler comprare questo Battlefield 1 potrete provarlo grazie alla open beta che sarà disponibile nel corso di quest’estate e chi si iscrive a questo indirizzo potrà giocare alla beta con dei giorni di anticipo.

Passiamo ora allo sport. EA Sports quest’anno ci offrirà il nuovo titolo della serie Madden con Madden 17, gioco basato sullo sport del rugby. Questo nuovo titolo non sembra avere nulla di nuovo rispetto ai suoi predecessori, infatti molti sono rimasti delusi dal materiale mostrato durante la conferenza.

Ma una grande novità arriva, stranamente, con FIFA 17. Da anni ormai la serie di FIFA sta riscuotendo un successo mai visto, però negli ultimi anni è diventata ripetitiva fino alla morte, tant’è che l’ultimo titolo è stato vittima di diverse critiche. Stavolta però con FIFA 17 le carte in tavola sono cambiate. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico è decisamente migliorato: grafica, animazioni e intelligenza artificiale sono state migliorate. La vera novità sta nell’aggiunta di una campagna in single-player chiamata FIFA 17 – Journey. Non si tratta di una sorta di carriera come nei precedenti capitoli, ma di una vera e propria storia incentrata su un giocatore emergente chiamato Hunter. Tra l’altro il celebre allenatore Mourinho ha dichiarato che la simulazione della Premiere League è fedelissima. Trovate il trailer qui sotto.

Ma ovviamente il multiplayer classico di FIFA non è stato trascurato e anche per esso trovate un trailer qui di seguito.

Infine EA ha dichiarato che con il programma Play to give verranno organizzate delle mini sfide tra i giocatori su tutti i giochi EA, anche mobile, e il ricavato andrà in beneficenza. Non so bene che tipo di ricavato ma l’idea è davvero ottima! Inoltre EA ha dato il via al programma EA Originals, che consiste nel finanziare le case di sviluppo indipendenti. Il che è un grande bene per render noti degli sviluppatori che potrebbero fare molto. Infatti è stato mostrato un primo estratto del gioco indie Fe, che punta sull’esplorazione con un concept design e una grafica davvero unici.

Dopo Unravel dell’anno scorso anche questo indie si è fatto notare.

Insomma, possiamo dire che conferenza è stata molto interessante, nonostante molte cose erano scontate che sarebbero state presentate. La cosa che più mi ha colpito è stato il trailer di Mass Effect: Andromeda, che più l’avermi colpito mi ha sorpreso. Però se proprio devo dire per quale titolo attento con più hype, quello è sicuramente Battlefield 1. E per voi qual è stato il titolo che più vi ha colpito? Fatecelo sapere!