E3 2018: tutti gli aggiornamenti dalla conferenza Sony!

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Dopo le conferenze Microsoft, Bethesda e Ubisoft che ci hanno sorpreso con i loro parchi titoli, la conferenza Sony comincia subito in quarta con il compositore premio Oscar, Gustavo Santaolalla, che intona le note che ci hanno incantato lungo The Last of Us. Una performance meravigliosa, che ha fatto da apertura per un’altra vera meraviglia.

Un gameplay trailer da urlo! The Last of Us – Parte 2 si presenta ancora una volta meravigliosamente. Da notare come l’ambiente è interamente fatto per poterci interagire, ma sopratutto il fatto che Joel non è presente nel video, cosa che fa alimentare ancora di più la credenza che nel secondo capitolo non ci sia, o che non sia giocabile. Un’altra cosa degna di nota può essere il fatto che il crafting torna con un’aggiunta evidente che si può vedere nel momento in cui Ellie crea una freccia esplosiva. Ma lasciamo a voi il giudizio:

Un flauto giapponese ci introduce alla conferenza Sony nella “chiesa” del gaming, con un prato digitale di fiori ed erba mossi dal vento, un uomo asiatico ci accompagna lungo una landa indefinita, Otsuna, che già trasmette mistero e oscurità. La magia e la meraviglia dell’asia si realizza in Ghost of Tsushima.

Niente presentazioni. Niente titoli. Solo silenzio.