Elizabeth Olsen rivela la parte più difficile dell’essere una star della Marvel

Disney + è in arrivo questo autunno e i Marvel Studios saranno pronti a servire qualche contenuto molto atteso.

WandaVision arriverà nel 2021, e Elizabeth Olsen sarà davvero impegnata nel prossimo anno. In effetti, quel ricco calendario potrebbe essere la parte più difficile dell’essere nell’universo cinematografico Marvel.

Uno non compare semplicemente una volta nell’UCM, ma c’è sempre la grande possibilità che un personaggio si presenti in seguito. Film recenti come Spider-Man: Far From Home e Avengers: Endgame hanno mostrato quanto l’azienda sia ben disposta nel creare nuove storie.

Quindi, in una conversazione con Entertainment Weekly, la Olsen ha parlato della parte più difficile del lavorare con i Marvel Studios.

“È sicuramente ciò su cui lavoro. La cosa che è stata un po’ difficile per me è che mi piacerebbe davvero fare qualche film indipendente, quelli dove c’è un inizio e una fine. Tipo Sorry For Your Loss, visto che ho adorato quell’esperienza… essere produttore in quello show è anche come avere un lavoro di 10 mesi. Quindi, tra la Marvel e quella serie, è stato davvero difficile programmare degli altri ruoli in film d’arte, e mi piacerebbe trovare il tempo di farli, ma letteralmente non ho tempo. Quindi, c’è un pezzo di me che mi manca davvero, e c’è un pezzo di me che vuole davvero tornare al cinema”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: