Ennio Morricone smentisce la dichiarazione di Quentin Tarantino

Nella giornata di ieri è circolata la notizia di una certa ed infelice uscita di Ennio Morricone nei confronti di Quentin Tarantino, regista con cui il leggendario compositore novantenne ha collaborato con gioia.

La cosa lasciava intendere che Morricone avesse dato di cretino al regista, e più precisamente per via del lavoro fatto in The Hateful Eight. Nella presunta dichiarazione, che sapevamo essere falsa, Morricone avrebbe detto:

“Quell’uomo è un cretino, si limita a rubare agli altri e poi mette tutto insieme, non c’è niente di originale nel suo lavoro. Non può essere paragonato ai veri registi di Hollywood come John Huston, Alfred Hitchcock e Billy Wilder. Erano incredibili. Tarantino riscalda cose vecchie. È assolutamente caotico, parla senza pensare, fa tutto all’ultimo minuto. Non ha idee. Mi ha chiamato dal nulla dicendo che voleva una colonna sonora completa in pochi giorni. Non è una cosa possibile. Mi ha fatto andare su tutte le furie. Non lavorerò mai più con lui. Gli ho già detto che quella sarebbe stata l’ultima volta.”

Ovviamente la cosa è apparsa assurda, ed infatti oggi a Repubblica il compositore ha smentito l’incontro, che a quanto pare rimanderebbe ad una edizione tedesca di Playboy, dicendo che: “Non solo non ho detto mai quelle cose, ma non le penso“, aggiungendo poi che darà mandato ai suoi avvocati di denunciare la rivista.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: