Eternals: quali sono i miti e le leggende che hanno ispirato i personaggi?

Eternals racconta la storia di antichi alieni dotati di poteri straordinari. Parte della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe, Eternals è uscito il 3 novembre, e dà vita a una nuova squadra di supereroi, ma dà vita anche a rappresentazioni moderne di figure mitologiche. La mitologia è stata a lungo una parte della nostra esistenza, creata per rispondere alle domande scientifiche e spirituali dell’umanità. Nel mondo di oggi, abbiamo i nostri miti moderni, come i racconti del MCU. Ma le prime storie ci incantano ancora.

Il Marvel Cinematic Universe ha già dato vita alla sua giusta dose di mitologia. I film di Thor sono reinterpretazioni dirette dei miti norreni. Thor, Odino, Loki, Hel (alias Hela) e gli altri si intrecciano tutti nel mondo Marvel. In Eternals potevamo aspettarci di più o di meno, anche se con una svolta.

In alcuni casi, nei fumetti di Eternals, questi “alieni” sono la verità dietro la creazione della concezione di divinità, e ne hanno ispirati diversi. Ma qual è la vera ispirazione primaria dietro questi personaggi? Nella maggior parte dei casi, la correlazione tra una figura mitologica e un Eterno sembra ovvia, ma in altri la connessione è più oscura.

Makkari può rimandare infatti a Mercurio, Ikaris a Icaro, Sersi a Circe, Thena ovviamente ad Athena. Ajak è quella forse più complicata, ed il riferimento potrebbe essere a Quetzalcoatl, Gilgamesh ovviamente a Gilgamesh, il deviante Kro potrebbe essere Crono, Phastos ovviamente ad Efesto, ma Sprite, Kingo e Druig potrebbero essere più nebulosi.

Makkari, interpretato da Lauren Ridloff, è basato probabilmente proprio su il Mercurio della mitologia romana. Sebbene Makkari abbia l’immortalità standard di un Eterna, il personaggio possiede anche una velocità sovrumana. Makkari è l’Eterno più veloce esistente, ma non solo a livello fisico, Makkari può anche pensare in modo straordinariamente veloce, permettendole di leggere ed elaborare le informazioni rapidamente.

Questa rapidità ha molto senso quando si tratta della controparte mitologica di Makkari, Mercurio. Nella mitologia romana, Mercurio è il dio dei viaggiatori e dei mercanti. È associato a Hermes della mitologia greca, un dio noto per essere veloce. I sandali alati di Hermes sono iconici. Mercurio funge anche da ponte tra dei e mortali, spesso fungendo da mediatore. Potrebbe Makkari essere la persona che unisce gli Eterni e gli eroi più terreni del MCU? La mitologia suggerisce di sì. La rapidità di pensiero e la vasta gamma di conoscenze di Makkari torneranno sicuramente utili in questo ruolo.

Inoltre, Mercurio trasporta le anime dei morti negli inferi. Non siamo sicuri di come ciò possa avere un impatto su Eternals, ma il MCU ha già giocato con nozioni circa l’aldilà. Forse, il multiverso del MCU contiene le risposte. Ci chiediamo se Makkari si connetterà in qualche modo a questo regno. Infine, Mercurio ed Ermes sono entrambi dei imbroglioni, spesso anche dispettosi. Dovremo stare attenti agli scherzi di Makkari.

Ikaris, interpretato da Richard Madden, è basato ovviamente su Icaro della mitologia greca. Icaro non era un dio ma una figura mitologica. Nella mitologia greca, Icaro è noto soprattutto per aver volato troppo vicino al sole, ma c’è di più in lui. Icaro era figlio di un famoso inventore, Dedalo, che costruì il labirinto che ospitava il mostruoso Minotauro di Creta. Il re di Creta non voleva che qualcuno sapesse come funzionava il suo labirinto, così imprigionò Dedalo e Icaro in una torre, ma il geniale artigiano progettò una via d’uscita. Dedalo costruì delle ali per sé e per Icaro in modo che potessero scappare, ma queste erano tenute insieme da cera. È noto che Daedalus avvertì il figlio Icaro di non volare né troppo in alto né troppo in basso, il figlio disobbedì e la cera si sciolse.

Come alcuni miti, questo è un racconto con morale. Istruisce gli ascoltatori a non essere troppo arroganti né compiacenti. Sfortunatamente, Icaro soccombe all’arroganza. Vola troppo vicino al sole, le sue ali si sciolgono e cade verso la morte. È appropriato, quindi, che come Icaro, Ikaris sia noto per volare. Ikaris può anche far levitare se stesso e gli altri a una velocità di 850 miglia all’ora. È interessante notare che può riorganizzare le molecole di altre sostanze. In un certo senso, anche questo si adatta perché l’apice della storia di Icaro arriva quando il sole riorganizza le molecole delle sue ali.

Sersi, interpretata da Gemma Chan, è basata su Circe della mitologia greca. In Eternals, Sersi ha un forte legame con l’umanità. Inoltre, lei e Ikaris sono anime gemelle e la loro relazione dura da secoli.

Nella mitologia, la storia di Circe ruota meno intorno alla gentilezza e all’amore. Invece, Circe è una potente maga. Attraverso una combinazione di magia e droghe, trasforma gli umani in animali. Quando l’eroe Ulisse trova la strada per la sua isola, lei trasforma i suoi uomini in maiali. Ma Ulisse, protetto da un dono di Hermes, diventa immune. Ulisse la sfida a restituirgli i suoi uomini. Circe lo fa e, colpita da Ulisse, lo invita a restare sulla sua isola. Trascorrono un anno insieme. Quindi, alla fine, l’amore entra a far parte dell’equazione.

Thena, interpretata da Angelina Jolie, è basata sull’Athena della mitologia greca. Nei fumetti, Thena è la figlia di Zuras, leader degli Eterni della Terra. Zuras e Thena assomigliano ad Atena e a suo padre, Zeus. Ciò significa che Thena viene spesso scambiata per Athena, ma non sono la stessa cosa nel mondo dei fumetti.

Nella mitologia greca, Atena è la dea della saggezza e della guerra. È nata dal cranio di Zeus e quindi possiede una conoscenza illimitata. Sebbene possa essere aggressiva, era anche la dea della saggezza oltre che della guerra, come anche dell’artigianato. Con Athena come omonimo, i fan potevano aspettarsi che Thena in i Eternals fosse una feroce combattente e una brillante stratega, oltre che una studiosa, ed in effetti non ci sono andati lontani. A volte, Atena si infuria e agisce sconsideratamente, ugualmente Thena è afflitta dal Mahd Wy’ry, una condizione di perdita della memoria e confusione originatasi dall’accumulo di ricordi lungo il corso dei secoli.

Ajak, interpretato da Salma Hayek, è basato su Aiace della mitologia greca. Anche Aiace non è un dio, ma un essere umano eccezionale. La forza e il coraggio di Aiace gli valsero molta fama. È secondo solo all’Achille della mitologia. Nei fumetti, Ajak è un archeologo (e maschio). Questo è un cenno divertente all’idea che Aiace sia una figura popolare della mitologia nel nostro mondo. È anche un wrestler, che strizza l’occhio alla ferocia provata in battaglia del suo omonimo.

Ajak assume anche l’identità del principale dio mesoamericano, Quetzalcoatl, nei fumetti della Marvel. Quetzalcoatl è spesso raffigurato come un mix di un uccello e un serpente a sonagli. Il nome del dio deriva da una combinazione delle parole nahuatl “quetzal” (l’uccello piumato di smeraldo) e “coatl” (serpente). È il dio del vento e della pioggia e anche il principale creatore della Terra e della sua gente. Tra le altre cose, Quetzalcoatl sostiene l’apprendimento, l’agricoltura, la scienza e le arti. Inoltre, ha inventato il calendario. Quindi, mentre l’Ajax offre muscoli, Quetzalcoatl aggiunge cervello all’equazione. Una combinazione di cose che è presente in Ajak. Non è un caso infatti che una parte importante della trama di Eternals si svolge a Tenochtitlan, capitale dell’impero Azteco.

Gilgamesh, interpretato da Ma Dong-seok, è basato sul Gilgamesh della mitologia sumera. L’epopea di Gilgamesh è un antico poema della Mesopotamia. È stato trovato in lingua accadica ed esiste come uno dei primi pezzi di letteratura della storia dell’umanità. La poesia presenta Gilgamesh come il re della città-stato mesopotamica Uruk, in parte mortale e in parte divino. Sebbene cerchi l’immortalità, non la ottiene mai. Ma ottiene invece una comprensione del senso della vita. L’epopea di Gilgamesh racconta una storia di amicizia. Quando Gilgamesh diventa troppo arrogante, gli dei creano Enkidu come suo rivale. Enkidu rappresenta il mondo naturale, mentre Gilgamesh rappresenta l’ordine della società. I due inizialmente litigano ma diventano amici. Sebbene non ci sia una parola di un fratello epico per Gilgamesh degli Eterni, sarebbe un cenno divertente se ne apparisse uno. Detto questo, Gilgamesh sarà noto per forza e gentilezza, facendo eco al mito.

Phastos, interpretato da Brian Tyree Henry, è ovviamente basato su Efesto della mitologia greca. Nella mitologia, Efesto è il dio della fucina. E questo ha molto senso perché Festo è un grande inventore negli Eterni. Le creazioni di Efesto sono lodate in tutto il mito. Scolpisce persino la prima donna umana. Efesto forgia anche molte delle armi del mito, come lo scudo di Achille.

Come la sua controparte divina, Festo fa avanzare tecnologicamente l’umanità, aiutando il mondo a evolversi.

Sprite, interpretata da Lia McHugh, ha una connessione più diffusa con la mitologia rispetto ad altri Eterni. Ci sono stati molti sprite in tutta la mitologia europea. Nelle loro definizioni più ampie, sono elfi o fate. Una delle fate più famose di questo genere è Puck di Sogno d’una Notte di Mezza Estate. Puck è una fata diabolica, non del tutto malvagia ma leggermente irritante. I suoi la portano ad intromettersi portano avanti la trama. Come gli spiriti della mitologia, lo Sprite degli Eterni ha più potere di quanto sembri. Sebbene abbia vissuto per secoli, rimane bloccata nell’aspetto di una dodicenne. Gli spiriti folcloristici spesso agiscono in modo infantile. E nei fumetti degli Eterni, questo era il caso di Sprite. Tuttavia, nel film, la situazione ha una svolta: la mente di Sprite invecchia ma non il suo corpo. Proprio come le fate, Sprite mantiene un’oscurità narrativa non immediatamente evidente.

Kingo, interpretato da Kumail Nanjiani, non dispone di un apparente associazione mitologica. Tuttavia, potrebbe essere basato su Kingu della mitologia babilonese. Secondo il mito, la madre di Kingu, una dea “ha dato a Kingu la Tavola dei Destini, che indossava come una corazza e che gli dava un grande potere”. In seguito, fu ucciso, ma gli dei usarono il suo sangue per creare i primi umani. Sembra che sia Kingu che Kingo di Eternals condividano le abilità nel combattimento, ed entrambi sembrano bramare un certo livello di potere. In più il fatto che dal suo sangue sia stata creata l’umanità porta ad un collegamento del suo amore per gli umani nel film.

Druig, interpretato da Barry Keoghan, non ha una chiara controparte nella mitologia. Anche se il suo nome suona come la parola amico in russo, друг o “droog”, sembra che Druig sia tutt’altro che questo. Nei fumetti, Druig è specializzato nella manipolazione della realtà. Gli piace anche volare usando piattaforme di fuoco o terra che genera. Questa connessione elementare può vedere la sua origine mitologica ispirata dai druidi. Il suo nome somiglia alla parola, dopotutto. I druidi sono sacerdoti celtici collegati al mondo naturale. Sebbene i druidi siano spesso pacifici, in alcuni miti erano visti più come stregoni.

Nei fumetti, Druig proviene dalle regioni slave. Tuttavia, nessuna delle divinità slave sembra allinearsi con lui.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: