Eternals: una serie di interviste al cast rivelano alcune dettagli circa i protagonisti del film!

Il Marvel Cinematic Universe continua a crescere.

Avengers: Endgame potrà aver chiuso un capitolo del MCU, ma ne sta per iniziare uno nuovo. Diretto dal premio Oscar Chloé Zhao, il tanto atteso Eternals arriverà nelle sale il 5 novembre, portando sul grande schermo alcuni dei personaggi più strani e memorabili dei fumetti Marvel.

Gli Eterni sono una parte affascinante della mitologia dei fumetti, inventati per la prima volta da Jack Kirby negli anni ’70, quando tornò alla Marvel dopo aver lavorato brevemente per la DC. In effetti, gli Eterni condividono alcune somiglianze con i Nuovi Dei della DC, che Kirby ha creato mentre lavorava lì. Gli Eterni sono essenzialmente alieni umanoidi del pianeta Olympia, geneticamente modificati dai Celestiali, simili a divinità. Questi particolari Eterni sono stati inviati sulla Terra dai Celestiali per combattere contro i malvagi Devianti e difendere l’umanità, e hanno vegliato in silenzio negli ultimi 7.000 anni.

Grazie a EW possiamo mostrarvi alcuni closer-look animati esclusivi (che potete trovare nell’articolo, un dietro le quinte del film molto interessante, e alcune dichiarazioni del cast. Che tu sia nuovo del MCU o che tu abbia letto tutti i fumetti di Eternals, di Jack Kirby o Neil Gaiman, ecco la tua analisi approfondita dei personaggi del film.

Sersi (Gemma Chan) – Gran parte della storia di Eternals è incentrata su Sersi, che ha la capacità di manipolare la materia non senziente: “Può cambiare le cose, e ha aiutato l’umanità lungo la strada, in piccoli modi“, spiega Chan. A differenza di alcuni degli Eterni, Sersi ha un vero amore e rispetto per l’umanità, e al giorno d’oggi lavora come curatrice di musei e frequenta un umano (Dane Whitman, interpretato dal Kit Harington di Game of Thrones). Ha anche una lunga storia romantica con l’Ikaris di Richard Madden.

“È interessante perché è questo essere immortale, ma è anche coi piedi per terra”, dice Chan. “È un po’ uno spirito libero e adora stare tra gli umani”.

È interessante notare che questa non è la prima apparizione di Chan in un film Marvel: in precedenza ha recitato in Captain Marvel del 2019 come la tiratrice scelta della Starforce Minn-Erva: “L’ovvia differenza è che non dovevo fare quattro ore ogni mattina per truccarmi blu”, dice con una risata. “Devo dire che è stato un po’ un sollievo. È stato bello non trovare la vernice blu nelle mie fessure, settimane dopo.”

Ikaris (Richard Madden) – L’Ikaris di Madden è uno degli Eterni più potenti, con la capacità di volare e sparare raggi di luce dai suoi occhi. Ha un legame speciale con Sersi, ma non necessariamente vanno d’accordo col loro approccio verso l’umanità. Tuttavia, hanno una complicata relazione che si è protratta nel corso dei secoli: “C’è un profondo livello di romanticismo in due persone che esistono da migliaia di anni eppure si cercano ancora“, dice Madden.

Per l’ex star di Game of Thrones, una delle più grandi sfide nell’interpretare un superumano immortale è stata capire come si è evoluto negli ultimi 7.000 anni: “Ho dovuto lavorare molto. Come si fa a interpretare qualcuno che ha visto tutto e fatto tutto?” spiega Madden.

Kingo (Kumail Nanjiani) – La maggior parte degli altri Eterni ha cercato di rimanere sotto i radar nel corso dei secoli, ma Kingo di Nanjiani ha fatto l’opposto, guadagnandosi da vivere come star di Bollywood. Come eterno, ha il potere di manipolare l’energia con le sue mani. Nanjiani si è allenato a lungo per per apparire come un supereroe, e per comprendere lo stile di combattimento gioioso e senza sforzo di Kingo, è tornato indietro e ha guardato i vecchi film di Errol Flynn e alcuni dei film originali di Zorro: “un sacco di star di Hollywood della vecchia scuola i cui personaggi si sono davvero divertiti a combattere“, spiega.

Ma la sua forse più grande sfida è stata prepararsi per una scena in cui Kingo esegue un elaborato numero di danza di Bollywood.

“Non sono un ballerino”, ammette Nanjiani. “Ho zero ritmo. Ho dovuto prendere mesi e mesi di lezioni per farlo. Quindi è stato molto impegnativo, ma so che se avessimo potuto farcela e catturare la gioia e l’eccitazione di un numero di ballo di Bollywood in un film Marvel, sarebbe stato speciale, perché sono cresciuto guardando i film di Bollywood. Conoscevo tutti i film di Bollywood fino alla fine degli anni ’90. Quindi essere in grado di fare un omaggio al genere ai film che ho amato e con cui sono cresciuto è stato davvero speciale.”

Sprite (Lia McHugh) – La Sprite di McHugh può sembrare una preadolescente, ma come gli altri Eterni, in realtà ha migliaia di anni.

“Sono entrato in connessione con lei nel modo in cui ho vissuto tutta la mia vita, perché sembro più giovane di quello che sono”, dice la quindicenne McHugh. “Mi sono davvero relazionato a lei in quel modo e nel voler crescere un po’, ma rimanendo bloccato in un certo modo.”

La McHugh, nota per i suoi ruoli in Totem e The Lodge, aggiunge che ha interpretato il suo tempo sul set di Eternals come una lezione di recitazione, cercando di assorbire il più possibile dai suoi colleghi più anziani. Ha anche colto l’occasione per provare più stunt che poteva.

“Verso l’inizio delle riprese, ero in imbracatura per fare questa folle scena coreografica, e ricordo solo di aver pensato: ‘Wow, i miei fratelli penseranno che sono così forte’. È stato un momento pazzesco perché non ho mai fatto uno stunt del genere prima, e mi ha colpito quanto sia folle tutto questo.”

Festo (Brian Tyree Henry) – L’attore di Atlanta interpreta Festo, un geniale inventore con una predilezione per la creazione di armi e tecnologia.

“Non avrei mai pensato in un milione di anni di far parte del MCU”, dice Henry. “Sono sempre stato un grande fan. Sono stato ossessionato dal concetto di supereroi e dal concetto di umanità che ha bisogno di essere salvata. E penso che quando metti insieme questo gruppo di persone, con questo senso intimo di voler aiutare l’umanità, capisci che è qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno. Mette insieme letteralmente persone di tutti i tipi, indipendentemente da dove vieni. Sto andando fuori di testa circa il fatto di farne parte.”

Si dice anche che il personaggio di Henry sia apertamente gay e sposato con una famiglia, il che lo renderebbe uno dei pochi supereroi LGBT del Marvel Cinematic Universe.

Makkari (Lauren Ridloff) – Per interpretare il velocissimo Eterno, Makkari, Ridloff si è messa d’impegno nell’allenamento, ma non proprio il tipo di allenamento che si aspettava.

“La parte ironica di questo è quando ho iniziato ad allenarmi per il ruolo, mi è stato detto di smettere di correre”, dice ridendo. “Ero tipo: ‘mi scusi, smettere di correre?’. In realtà quello che volevano fare era concentrarsi sulla costruzione della simmetria di qualcuno che assomiglia a un velocista, ma tende ad essere un po’ più muscoloso. Quindi mi sono concentrato principalmente sulla costruzione di muscoli, in particolare le mie gambe.”

Makkari è anche il primo eroe sordo nel Marvel Cinematic Universe e Ridloff afferma di essere particolarmente entusiasta che il pubblico veda un’attrice sorda in un ruolo eroico importante.

“Ha molto senso avere questa diversità e rappresentazione all’interno del MCU, perché ciò che il MCU offre al mondo è incredibile”, afferma Ridloff. “Ci stanno offrendo un modo per sperare, per essere in grado di alzarci e andare avanti e lottare per ciò che è importante. Sempre più persone stanno iniziando a vedere se stesse in quell’universo, e questo è potente.”

Druig (Barry Keoghan) – L’irlandese Keoghan, noto per i suoi ruoli in Dunkerque e The Killing of a Sacred Deer, interpreta Druig, un eterno con la capacità di manipolare i pensieri degli altri.

“Sono stato l’ultimo a indossare il costume”, ricorda del suo primo giorno sul set. “Quando sono arrivato e l’ho indossato per la prima volta, è stato bello uscire e vedere il resto del cast. Erano come: ‘Whoa!’. È una sensazione strana vederti così. Come non appena indossi gli stivali e la tua postura si trasforma. Con un costume da supereroe, tutto il tuo comportamento cambia.”

Druig è distaccato e un po’ solitario, ma nella vita reale Keoghan si è subito innamorato dei suoi colleghi: “Barry può diventare molto nervoso all’inizio, subito prima delle riprese“, ricorda Salma Hayek. “Volevo fare battute con lui, e lui era tipo: ‘Oh no, non sarò in grado di farlo!’. Ho pensato tra me e me: ‘Questo non andrà bene, stiamo andando sul set!’. E poi all’improvviso, boom: si è trasformato. C’è qualcosa di selvaggio in lui. È incredibile.”

Gilgamesh (Don Lee) – L’attore coreano Lee descrive Gilgamesh come “estremamente potente e il guerriero più forte degli Eterni“.

“È protettivo nei confronti della sua famiglia e degli umani, e ha un carattere solido e affidabile, che serve alla sua squadra nelle battaglie”, spiega Lee. “Allo stesso tempo, è un ragazzo divertente e ha senso dell’umorismo”.

Ha un profondo legame con la Thena di Angelina Jolie e preferisce usare i pugni in battaglia, spesso eliminando i nemici con un solo pugno: “Mi si adatta perfettamente perché anch’io sono un pugile di lunga data, da oltre 30 anni, da quando ero bambino”, aggiunge Lee. “Lo stile di combattimento di Gilgamesh è basato sulla boxe, quindi ho potuto aggiungere veri e propri movimenti di boxe“.

Ajak (Salma Hayek) – Hayek non era sicura di cosa aspettarsi quando la Marvel l’ha contattata e ha detto che volevano incontrarla per un potenziale progetto, ma quando ha scoperto che Zhao era coinvolta, ha immediatamente detto di sì: “Sono rimasta scioccata”, ricorda. “Immagina che a 50 anni ricevi una chiamata da questo regista di cui sei pazzo, che dice: ‘Diventerai un supereroe‘.”.

Hayek si è subito innamorata del personaggio di Ajak, lo stoico e potente leader degli Eterni, che ha anche la capacità di guarire. Il personaggio è stato originariamente scritto come un uomo nei fumetti, e nelle prime conversazioni con Zhao, è stata Hayek a suggerire di appoggiarsi alla sua femminilità e avvicinarsi a lei come la figura materna del gruppo: “È piena di contraddizioni“, dice l’attrice. “Lei è il ponte tra gli Eterni e i Celestiali, e non è mai facile tenere insieme due parti”.

Thena (Angelina Jolie) – Jolie non è certamente estranea ai progetti di successo, ma anche lei è rimasta sorpresa dalla portata di Eternals: “È sicuramente la cosa più grande che abbia mai fatto”, dice. “Come qualcuno che ha già diretto qualcosa, vedere la produzione, provare a gestirla, è stata una cosa enorme da affrontare“.

L’acrobatica Thena è una delle guerriere d’élite del gruppo e può manifestare armi dal nulla. Per prepararsi, Jolie ha intrapreso un corso di danza classica per catturare la sua grazia senza sforzo, oltre a insegnare a se stessa come usare varie armi, la maggior parte delle quali sono state aggiunte digitalmente in post-produzione.

“È una delle cose più strane da fare l’allenarsi a lanciare cose, afferrando cose, spezzarle a metà”, spiega. “Ti senti un po’ fuori di testa. Stai semplicemente allungando la mano come se stessi pensando: ‘Quella è una spada? È una lancia? È un lazo? Cosa sto facendo?’ Poi ci entri dentro e diventa davvero divertente.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: