Eurovision Song Contest firma un accordo per realizzare l’American Song Contest

Il North Dakota potrebbe presto trovarsi premiato dai telespettatori, dopo che l’Eurovision Song Contest ha firmato un accordo per creare una versione americana della competizione canora.

L’American Song Contest verrà lanciato alla fine del 2021, con musicisti provenienti da tutti i 50 stati degli Stati Uniti in competizione per essere incoronati campioni in una serie di competizioni televisive. In ogni stato si terranno concorsi regionali per scegliere un cantante o un gruppo musicale per passare alle finali televisive a livello nazionale, con gli spettatori che ridurranno le voci in tre round di spettacoli.

Anders Lenhoff, uno dei produttori del nuovo spettacolo, ha spiegato il concetto agli americani: “Immagina se la musica fosse uno sport olimpico e artisti di tutto il mondo si unissero per competere per l’oro. Questo è il concorso canoro noto come Eurovision”. Traducendo il suo fascino per un pubblico che non è cresciuto guardando la competizione, ha detto che l’Eurovision ha combinato la “fanfara e l’entusiasmo” delle partite di playoff di football americano con “la maestria e la bellezza di esibizioni di livello mondiale“.

Tuttavia, resta da vedere se gli americani abbracceranno la cultura dell’eccesso che è cresciuta attorno allo spettacolo originale. C’è anche la questione se le stesse rivalità politiche regionali che influenzano il voto dell’Eurovision – con il pubblico che spesso sostiene l’ingresso da una nazione vicina e amica – saranno evidenti nella versione americana.

Altre parti dell’appeal dell’Eurovision potrebbero essere più difficili da spiegare agli americani, come il fatto che lo spettacolo – almeno nel Regno Unito – sia noto tanto per lo stile sarcastico del commentatore Graham Norton quanto per le canzoni attuali.

In comune con le regole del concorso Eurovision, tutte le iscrizioni all’American Song Contest dovranno essere composizioni originali piuttosto che cover tipicamente cantate dai concorrenti in talent show come American Idol o X-Factor. Le giurie regionali selezioneranno le voci che andranno avanti al concorso nazionale, anche se non ci sono ancora dettagli su quale rete televisiva statunitense manderà in onda il programma.

L’Eurovision di quest’anno, che si terrà nella città olandese di Rotterdam, è stato rinviato al prossimo anno a causa della pandemia di coronavirus. È stata la prima volta che il concorso è stato annullato da quando è stato creato nel 1956 nello spirito della cooperazione pan-continentale tra le nazioni europee dopo la seconda guerra mondiale. L’Eurovision ha già una piccola ma entusiasta fanbase statunitense, tra cui l’attore Will Ferrell, che quest’anno è comparso nel suo film Netflix, Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga, parodiando il viaggio di un duo islandese attraverso la competizione.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: