Chris Evans parla di Captain America e del suo percorso

Il primo vendicatore della Marvel è pronto a concludere il suo mandato sul grande schermo perché, come ormai sappiamo, il prossimo film “Avengers 4” in uscita nel 2019 segnerà la fine della corsa per Chris Evans (e non solo).

L’attore ha parlato con Entertainment Tonight della fine di un’epoca, guardando indietro al suo tempo sul set con un po’ di nostalgia. Queste sono state le sue parole:

“Beh sai, il mio contratto è finito, quindi mi mancherà tutto [di Capitan America]. Voglio dire, non è solo il personaggio, si tratta anche delle persone, dell’esperienza in sé, i film sono così belli, i ricordi così meravigliosi. Mi mancherà tutto moltissimo”.

Evans apparirà come Steve Rogers in “Avengers: Infinity War“, con un look vissuto, come a simboleggiare il cambiamento stesso del personaggio nel corso degli anni: Steve è passato dall’essere il giovane ragazzino di Brooklin, inconsapevole del futuro ma sempre pronto a combattere, fino ad arrivare all’uomo saggio e vissuto che vediamo oggi. Si unirà con gli altri eroi dell’universo cinematografico Marvel con lo scopo di fermare Thanos nella sua ricerca di ottenere le Gemme d’Infinito e decimare la vita in tutta la galassia.

captain america chris evans

Resta da vedere se uscirà vivo da questo scontro, sebbene i fan possano aspettarsi di vedere il personaggio almeno un’altra volta con il sequel in uscita nel 2019.

Forse c’è ancora un barlume di speranza, almeno di non vedere la sua dipartita sul grande schermo. Tuttavia, un profilo recente del New York Times ha anche chiarito che Evans stava preparandosi inevitabilmente alla sua uscita di scena:

“Preferisco scendere dal treno prima che mi spingano fuori”

Evans non ha dunque intenzione di tornare nei panni del personaggio dopo aver concluso le riprese di “Avengers 4” in autunno. Nel suo profilo personale, Evans ha anche chiarito ai suoi fan che le sue priorità sono cambiate e che non reciterà nei film con la frequenza che ha avuto negli anni precedenti, preferendo trascorrere del tempo con la sua famiglia e acquisire nuove competenze.

“Avevo una gran voglia di salire sulla vetta e di essere qualcuno. Ma quando ottieni la cosa che pensavi di volere e ti svegli, ti rendi conto che hai ancora le tasche piene di tristezza e che la tua lotta dovrà continuare. Ma quando smetti di rincorrere quella cosa è liberatorio, perché ti rendi conto che quello di cui hai davvero bisogno è proprio qui, è proprio ora. Quando penso alle volte in cui mi sono sentito più felice, non è mai in un set cinematografico. Ho smesso di pensare a quella traiettoria o alla mia opera, o qualunque altra parola pretenziosa si possa usare, sto solo seguendo ciò che sento, affamato di creatività.”

Cosa ne pensate di queste sue considerazioni? E cosa vi aspettate di vedere nel film? Ditecelo nei commenti.

chris evans 2