Everything Sucks: Netflix cancella la serie dopo una sola stagione

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Questa notizia ci coglie decisamente come un fulmine a ciel sereno, ma stando a quanto riportato da TVline il colosso dello streaming, Netflix, ha deciso di non rinnovare per una seconda stagione la serie drama ambientata negli anni ’90, Everything Sucks, e The Hollywood Reporter ha confermato la notizia.

Creata da Ben York Jones e Michael Mohan, la serie è ambientata nella piccola città di Boring, Oregon, nel 1996, e vede nel cast Peyton Kennedy (American Fable) e Jahi Winston (The New Edition Story). Il prodotto ha esordito con una serie di recensioni decisamente positive, ma a quanto pare non sono bastata per salvarlo.

“Siamo super orgogliosi dello show che abbiamo fatto – e siamo molto orgogliosi di aver trovato un pubblico di fan molto appassionati, per molti dei quali è diventato un importante metro di paragone, che riflette la loro vita attuale, o che rappresenta un’eco della loro adolescenza”, ha detto il produttore esecutivo Jeff Pinker. “Siamo grati a Netflix per l’opportunità, ma siamo molto scoraggiati circa il fatto che non continueremo a raccontare queste storie.”

Everything Sucks! parla di Luke e Kate, le cui vite si incrociano quando Luke si unisce al club A/V della sua scuola superiore. Luke sviluppa una cotta per Kate, che inizia a mettere in discussione la sua sessualità quando incontra la studentessa Emaline (Sydney Sweeney). Il cast di supporto comprendeva Patch Darragh, Claudine Mboligikpelani Nako, Rio Mangini, Quinn Liebling ed Elijah Stevenson.

La serie ha debuttato a febbraio con una stagione da dieci episodi, con Ben York Jones ( Like Crazy ) e Michael Mohan in veste di co-creatori. A quanto pare la serie ha fatto fatica a far colpo sul pubblico di massa nonostante un piccolo gruppo di sostenitori leali. La serie è stata particolarmente apprezzata per la sua rappresentazione del lesbismo nel difficile processo di coming out di Kate Messner.