Flashpoint: messo in standby in attesa dell’accoglienza di Justice League

Fin da quando lo stand-alone su The Flash, interpretato da Ezra Miller nell’universo espanso della DC Films, è stato annunciato ci sono stato problemi di ogni sorta, sopratutto per quanto riguarda il continuo abbandono da parte di alcuni registi per via di quelle che generalmente si definiscono divergenze creative.

Al San Diego Comic-Con di quest’anno però è stato annunciato che il film sarà un adattamento di Flashpoint, cosa che ci ha eccitato ma anche sdubbiato non poco, essendo la pellicola ancora senza un regista. Per diverso tempo si è vociferato che Robert Zemeckis fosse in lizza, o quantomeno fra le scelte papabili della Warner, ed anche se ancora non sappiamo niente di certo, una cosa la sappiamo.

Stando a Justic Kroll di Variety, comparso nell’ultimo episodio del podcast Meet The Movie Press, parrebbe che la produzione di Flashpoint sia in standby e che la Warner abbia “rallentato” le ricerche di un regista. Il tutto farebbe pensare che la casa di produzione di Burbank sia indecisa sul se realizzare o meno il cinecomic, ma Kroll ha fatto sapere ben altro.

Riferendosi ad una misteriosa voce interna alla DC Films, di cui naturalmente dubitiamo la veridicità nonostante il reporter di Variety si sia dimostrato più volte affidabile, la Warner sta aspettando di vedere la reazione che il pubblico avrà riguardo Justice League. Quindi secondo il reporter tutto dipende dall’accoglienza del cinecomic diretto da Zack Snyder.

Ribadisco che la cosa è identificabile come un rumor, quindi non certa, ma volendo essere onesti, anche se si rivelasse vera, non sarebbe poi così difficile da credere. Justice League includerà un mucchio di personaggi, alcuni che non hanno bisogno di audience come Wonder Woman, Batman e Aquaman, a cui è stato rivolto un hype smisurato sin dalla loro prima apparizione, e conseguentemente per questo sono stati confermati gli stand-alone. Flash e Cyborg sono i membri del super-gruppo DC che necessitano una caratterizzazione più ampia per generare hype, infatti si può notare come la campagna marketing spesso metta in luce la leggerezza del carattere di Barry Allen, e come lo voglia identificare nel ruolo del “ragazzino” del gruppo, scanzonato e divertente.

La Warner quindi avrebbe di che ragionare dopo l’accoglienza di Justice League, ma ad ogni modo il film sarebbe comunque da mettere in schedula per il 2019, visto che per l’anno prossimo sono già state annunciate le messe in produzione di Shazam, Wonder Woman 2 e Suicide Squad 2.

 

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: