Francis Ford Coppola fa eco alle critiche di Scorsese ai film Marvel

Francis Ford Coppola è saltato sul carrozzone della polemica sui film di supereroi Marvel questo sabato, non solo sostenendo la critica dei film del collega regista Martin Scorsese, ma denunciandoli ha denunciati come “spregevoli”.

All’inizio di questo mese Scorsese, regista di classici come “Taxi Driver” e “Goodfellas”, ha descritto i film dell’universo Marvel come più parchi a tema che cinema, anche se ben realizzati.

Le sue osservazioni hanno creato onde sui social media per giorni, mentre i fan del suo lavoro e dei successi della Marvel come i film dei Vendicatori, ne discutevano i meriti.

Ma Coppola, parlando con i giornalisti della città francese di Lione, dove è stato da poco insignito del Prix Lumiere per il suo contributo al cinema, ha appoggiato il suo collega italo-americano Scorsese.

“Quando Martin Scorsese afferma che i film della Marvel non sono cinema, ha ragione perché ci aspettiamo di imparare qualcosa dal cinema, ci aspettiamo di ottenere qualcosa, un po’ di illuminazione, un po’ di conoscenza, un po’ di ispirazione.

Non che qualcuno ottiene qualcosa nel vedere lo stesso film più e più volte”, ha detto il regista ottantenne. “Martin è stato gentile quando ha detto che non è cinema. Non ha detto che è spregevole, cosa che dico io.”