Gary Whitta vorrebbe scrivere un film di Control e a quanto pare Remedy è interessata

Nonostante il relativo successo dei Pokémon: Detective Pikachu e l’ovvio parallelismo che si fa anche con The Witcher, nonostante la serie Netflix sia un adattamento dei romanzi, sembra ancora giusto dire che i film tratti dai videogiochi sono quasi sempre terribili.

A parte pochissimi esempi come appunto Detective Pikachu, il Tomb Raider con Alicia Vikander e l’Assassin’s Creed con Michael Fassbender, il resto degli adattamenti venuti fuori negli anni sono quasi tutti pessimi. Vedremo come si comporterà Monster Hunter.

Hollywood non sembra mai voler riconoscere questo fatto però, come dimostrato da “sciocchezze” come il previsto adattamento di Uncharted che ha perso il suo sesto (sesto!) regista, la cosa non accenna a volersi fermare. Allo sceneggiatore Gary Whitta infatti è stato recentemente chiesto quale gioco pensasse sarebbe stato un buon punto di partenza per un adattamento cinematografico, e se gli sarebbe piaciuto scriverlo. Lo sceneggiatore ha risposto citando l’ultimo gioco della Remedy, Control.

La cosa poteva finire così, come una delle tante speculazioni delle agorà internettiane, ma Thomas Puha, capo della comunicazione della Remedy, è intervenuto nel tweet con un semplice “parliamone”, cosa che ovviamente non farà altro che alimentare questa nuova speranza.

Non ci troviamo di fronte ad un annuncio ufficiale, ovviamente, e il tutto potrebbe anche essere solo un gioco, ma non si può mai sapere. Chi vivrà, vedrà.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: