Ghostbusters: Dan Aykroyd e l’utilizzo degli effetti pratici invece della CGI

Ghostbusters potrebbe venir prodotto con un forte utilizzo di effetti pratici. In questi giorni in cui la CGI viene utilizzata per gli effetti speciali in quasi tutti i film, è bello quando veniamo a sapere che per uno in particolare – sopratutto per uno che fa parte di un franchise molto famoso – opta invece per utilizzare effetti pratici.

Sembra che il nuovo film di Ghostbusters del regista Jason Reitman sarà uno di quei film.

Durante una recente intervista con 660 News, Dan Aykroyd ha dichiarato che il team creativo del film sta cercando di utilizzare gli effetti pratici in barba alla CGI, ovviamente per quando alla fine sarà possibile.

Questo è qualcosa che sta Aykroyd sta ponderando da un poi’, e che sta spingendo perchè diventi realtà.

“Esorto sempre ad usare pupazzi. Lo sto facendo anche adesso, sopratutto per quanto riguarda il tornare alla meccanica. La CGI è così efficiente e facile da usare, che penso che tutti noi siamo d’accordo con l’idea di utilizzare più tecnologie meccaniche possibili.”

Il film girerà intorno a quattro adolescenti e Mckenna Grace eleverà il cast già stellato. Finn Wolfhard e Carrie Coon sono stati precedentemente collegati.

Secondo le fonti, il sequel di Jason Reitman Ghostbusters si concentrerà su una madre single e la sua famiglia, con Carrie Coon adocchiata per ritrarre la madre, mentre la star di tranger Things, Finn Wolfhard, interpreterà suo figlio. Secondo quanto riferito, Sony ha rifiutato di commentare circa i dettagli della trama ed è sconosciuto come questi personaggi saranno legati al team di Ghostbusters.

Oltre al suo lavoro su The Leftovers, Carrie Coon è nota per progetti come Fargo, Gone Girl e The Post. Nel frattempo, Finn Wolfhard riprenderà il ruolo di Mike Wheeler quando Stranger Things tornerà su Netflix il 4 luglio 2019.

Se i membri del cast originale Dan Aykroyd, Ernie Hudson e Bill Murray torneranno è attualmente sconosciuto (Harold Ramis, che interpreta Egon Spengler, è scomparso nel 2014), anche se il nuovo film pare proprio impostato come un sequel dei primi due film Ghostbusters, è ambientato nel presente con nuovi personaggi più giovani.