Glass: James McAvoy vuole altri sequel

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Una delle star di Glass, James McAvoy, ha lasciato intendere che sarebbe non poco interessato a realizzare dei sequel del film in uscita.

Lo Split dello scorso anno è stato più di un ritorno trionfale per il regista M.Night Shyamalan, ma ha sorpreso tutti con una svolta finale rivelando che la pellicola è ambientata nello stesso universo del film drammatico/super-eroistico che Shyamalan produsse con Bruce Willis come protagonista, Unbreakable.  Molto rapidamente, quindi, Glass si unì alle star di Unbreakable, Bruce Willis e Samuel L. Jackson, lasciando intendere un futuro investimento in un franchise per il regista. Quando Glass esordirà nelle sale cinematografiche il prossimo gennaio, chiuderà una trilogia improbabile che Shyamalan ha impiegato 19 anni a costruire.

Il modello a trilogia indiretta può apparire antiquato in questi tempi di universi condivisi, ma con lo stile che ricorda a tratti qualcosa di nostrano, e la sapiente mano di Shyamalan, ha il potenziale per espandersi. McAvoy spera che ci sia questa possibilità. Parlando con EW per promuovere Glass prima del suo panel al Comic-Con di San Diego, l’attore ha parlato di questa possibilità:

“Non posso parlare per Night, ma vorrei che ce ne fossero di più, penso che ci sia sicuramente il potenziale per quanto riguarda i ruoli che ha creato, e la razionalizzazione di ciò che sono un supereroe o un cattivo. C’è sicuramente spazio per altro. Ma in termini di conferma, non lo so.”

A questo proposito il regista, sempre con EW, si è espresso in tal senso, lasciando intendere di non avere fretta di produrre sequel di Glass.

“Che ne dici di evitare del tutto la questione?”, ha detto il regista, ridendo Ride il regista. “Non c’è una risposta adesso. Voglio dire, guarda, ho due nuove idee per i film, quindi voglio scriverle. Glass è l’unico film che abbia mai fatto che sia legato a un altro film che ho fatto. Quindi, non è mia abitudine. Mi piace inventare e provare cose nuove, quindi questa è probabilmente la migliore risposta che potessi dare.

Il mio intento è sempre quello di pensare ad un nuovo tipo di storia ogni volta, e cercare di farlo nel miglior modo possibile, guardando se si connette con il pubblico in quel preciso momento.”

Quindi ancora non ci sono informazioni certe circa quello che McAvoy ha chiamato “Unsplittable world“, ma sicuramente il fatto che a Shyamalan piaccia provare cose nuove, lascia spazio all’immaginazione. Ovvero che il regista potrebbe continuare la trilogia, trasformandola in un franchise, se il film alla fine si rivelasse un successo di critica e botteghino, ma anche in quel caso, in realtà non è detto. Forse potrebbe anche concludersi con questo Glass. Non pare abbia intenzione di produrre un altro sequel solo per una questione di soldi, ci deve essere una solida storia alla base, una buona risposta del pubblico, e sopratutto un atmosfera che interessi a Shyamalan come artista.