Godzilla: King of the Monsters, il regista parla della regola imposta dalla TOHO per l’adattamento di Mothra

Il Monsterverse ha introdotto una nuova versione del famoso Kaiju, Godzilla, della TOHO nel 2014, ma l’universo si è davvero ampliato con il suo sequel Godzilla: King of the Monsters, che ha anche mostrato nuove versioni di King Ghidorah, Rodan e Mothra.

Leggi anche: Gareth Edwards rivela un mucchio di dettagli sul capitolo iniziale del MonsterVerse

Uno degli aspetti principali che i fan dei franchise originale hanno adorato del sequel è stata quanta attenzione ai dettagli ha prestato nel dare vita a questi Titani. Non solo si è assicurato di mantenere i dettagli dei loro concept originali, ma anche le loro personalità.

Il regista dietro al film, Mike Dougherty, ha recentemente tenuto WatchParty per Godzilla: King of the Monsters con Nerdist e ha rivelato un sacco di dettagli divertenti dietro il film ai fan su Twitter. Ciò includeva anche il processo per portare sullo schermo una nuova versione di Mothra. Dougherty ha rivelato che TOHO aveva in realtà una regola ben precisa.

Mentre Dougherty spiegava il debutto di Mothra, l’idea originale era di far vedere Mothra attaccare qualcuno nel suo stato di larva, prima che la TOHO imponesse una regola che lasciava intendere Mothra non potesse uccidere.

“Inizialmente, la larva stava per lanciare uno dei soldati contro il muro, che a sua volta sarebbe caduto e si sarebbe spiaccicato a terra, ma Toho è stata irremovibile sul fatto che Mothra non potesse uccidere nessuno. Era una buona nota, e una con cui ero d’accordo.”

Dougherty ha anche spiegato perché Mothra è stata introdotta anche nello stato di larva e ha rivelato che c’erano piani in atto per direttamente alla forma adulta.

“Avremmo potuto iniziare con Mothra nella sua forma adulta, ma ho pensato che fosse importante vederla nell’intero ciclo di vita, dall’uovo alla larva alla pupa all’adulto. Rappresenta il ciclo costante di nascita, vita, morte e rinascita.”

Come vi abbiamo già spiegato, c’erano anche alcuni dettagli extra dietro il risveglio iniziale di Mothra, che spiegavano perché Mothra aveva quasi attaccato gli umani. Praticamente nella sceneggiatura originale veniva menzionato il fatto che questo uovo aveva più di 10.000 anni, ma il culto di Mothra era ovviamente scomparso da allora. Ecco perché la larva sembra quasi presa alla sprovvista quando emerge dall’uovo. Ma visto che alla fine Mothra ha tenuto la testa alta e aiutato Godzilla a vincere lo scontro, è chiaro che non uccidere gli umani ha posto questo Titano su un piano molto diverso dagli altri.

Leggi anche:

Il regista rivela che Mothra ha più di 10.000 anni nel film

Michael Dougherty rivela un interessante retroscena dietro al termine “Titani”

Michael Dougherty vorrebbe realizzare un film ambientato nei tempi antichi

In un momento in cui i mostri camminano sulla Terra, la lotta dell’umanità per il proprio futuro porta Godzilla e Kong in rotta di collisione cosa che porterà le due forze più potenti forse della natura sul pianeta scontrarsi in una spettacolare battaglia che dura da secoli. Mentre Monarch intraprende un missione pericolosa in un terreno inesplorato e porta alla luce indizi sulle origini dei Titani, una cospirazione umana minaccia di spazzare via per sempre le creature, sia buone che cattive, dalla faccia della terra“.

Tra i membri del cast di ritorno del MonsterVerse ci sono Millie Bobby Brown, Kyle Chandler e l’attrice cinese Zhang Ziyi, mentre tra i nuovi arrivati figurano Alexander Skarsgård, Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Shun Oguri, Eiza González, Jessica Henwick, Julian Dennison e Demián Bichir.

Godzilla vs. Kong uscirà il 20 novembre 2020.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: