Godzilla: King of the Monsters, il regista spiega perchè adora Rodan

Il regista Michael Dougherty ha sempre avuto una passione per Rodan, una delle classiche creature kaiju presenti nel suo film Godzilla: King of the Monsters, che potremo vedere finalmente il 31 maggio.

“Rodan è sempre stato un perdente, nei vecchi film Godzilla”, dice il regista. “È sempre stato una specie di personaggio spalla. Di conseguenza, ho sempre avuto un debole per lui. In molti modi, è più potente di Godzilla perché tutto ciò che deve fare per distruggere una città è volare su di essa. Non è costretto a calpestarla, è come una bomba atomica alata. Può causare devastazioni di massa con le sue onde d’urto, boom sonici e venti molto potenti. C’è una certa ferocia che mostriamo da quel personaggio che non ottieni dagli altri e penso che gli abbiamo reso giustizia.”

Dougherty e lo scenografo di Godzilla: King of the Monsters, Scott Chambliss, hanno poi spiegato che l’aspetto del loro Rodan è stato ampiamente ispirato dal suo habitat nel film.

“Nella nostra storia Rodan vive fondamentalmente all’interno di un vulcano attivo”, afferma Chambliss. “Così, questo forma anche la cmposizione della sua carne.”

In ultimo ha affermato Dougherty:

“L’idea di una creatura che nidifica nel fuoco è affascinante. Abbiamo ottimizzato Rodan un po’ in modo che sembrasse una creatura che si è evoluta per vivere in quelle condizioni. Quindi, se lo guardi, noti che ha assunto effettivamente i tratti della roccia vulcanica. Anche il colore è molto simile alla roccia volcanica, il tipo di rosso scuro/bordeaux. E il magma, la cenere, il fumo e il fuoco si riversano letteralmente dal suo corpo quando prende il volo. In molti modi, abbiamo adottato elementi della mitologica Fenice, qualcosa che nasce dal fuoco che sorge dalle ceneri.”

Dopo il successo mondiale di “Godzilla” e “Kong: Skull Island”, sta per arrivare il prossimo capitolo cinematografico dell’universo MonsterVerse di Warner Bros. Pictures e Legendary Pictures: “Godzilla II: King of the Monsters”, film di avventura epica ed azione che mette a confronto Godzilla con alcune delle creature mostruose più conosciute della storia popolare.

Il film è diretto da Michael Dougherty (“Krampus”) e annovera tra i protagonisti Kyle Chandler (“The Wolf of Wall Street”, “Argo”), la candidata all’Oscar® Vera Farmiga (“Up in the Air”, i film di “The Conjuring”) e Millie Bobby Brown (“Stranger Things”) al suo debutto cinematografico; il cast comprende anche Bradley Whitford (“Get Out”, “The Post”); la candidata all’Oscar® Sally Hawkins (“The Shape of Water”, “Blue Jasmine”); Charles Dance (“Game of Thrones”, “The Imitation Games”); Thomas Middleditch ( “Silicon Valley” per la HBO); Aisha Hinds (“Star Trek Into Darkness”); O’Shea Jackson Jr. (“Straight Outta Compton”); i nominati all’Oscar® David Strathairn (“Good Night, and Good Luck”, “Godzilla”) e Ken Watanabe (“The Last Samurai”, “Inception”, “Godzilla”), insieme alla candidata ai Golden Globe Ziyi Zhang (“Memorie di una Geisha”, “Crouching Tiger, Hidden Dragon”).

In questa nuova storia vedremo il tentativo eroico dell’agenzia cripto-zoologica Monarch e dei membri che la compongono, di affrontare una batteria di mostri dalle dimensioni impressionanti, tra i quali il possente Godzilla, che si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi estrema, Ghidorah dalle tre teste. Quando queste antiche super specie – ritenute fino ad allora soltanto delle leggende – torneranno alla vita, combatteranno per la supremazia mettendo a rischio l’esistenza della razza umana.

Fonte