Green Arrow and the Canaries: Marc Guggenheim parla dei modi per rispondere alle domande poste nel backdoor pilot

Giugno 19, 2020 Off Di Seratul

Ormai sono passati cinque mesi da quando il pilota backdoor dello spin-off di Arrow è andato in onda, Green Arrow and the Canaries, e nel mentre sia Superman & Lois che Walker hanno ricevuto ordini in serie dal network The CW. Come tale, quelli che sperano di vedere lo spin-off “Green Arrow and the Canaries” sono preoccupati.

La storia di Mia, Laurel e Dinah, interpretate rispettivamente da Katherine McNamara, Katie Cassidy e Juliana Harkavy, continuerà? O l’idea dello spin-off verrà cestinata? E se quest’ultimo fosse il caso, verrà mai data risposta a una delle domande poste dal pilot backdoor o dal finale della serie Arrow, trasmesso la settimana dopo?

Per citare solo alcuni misteri sollevati negli ultimi due episodi di Arrow: Chi ha rapito il fratello di Mia, William, alla fine del pilot dello spin-off? Perché Mia non sembrava troppo preoccupata per la sua assenza quando Sara ha viaggiato nel tempo fino al 2040 per prelevarla per il funerale di Oliver? Inoltre, se Dinah avesse lasciato Star City verso la fine del finale della serie per iniziare una nuova vita altrove, come si è misteriosamente trovata nel 2040 il giorno seguente?

“Ci sono domande scottanti”, ha affermato l’EP dell’Arrowverse Marc Guggenheim durante una recente intervista TVLine. “Certamente, il pilota backdoor si è concluso con il cliffhanger circa il rapimento di William. E penso che dobbiamo delle risposte.”

Nello scenario suggerito sopra, in cui Green Arrow and the Canaries non verrà ordinato in serie, Guggenheim ha detto: “Il mio istinto sarebbe quello di provare a rispondere a queste domande sotto forma di un fumetto tie-in“. Il trucco per risolvere tali misteri altrove nell’Arrowverse è che “quando hai a che fare con un altro periodo di tempo, l’anno 2040 in questo caso, l’unico spettacolo che potrebbe gestire questo problema è Legends”, ha osservato. Ma fare tale cosa “è complicato, dal momento che il mashup tonale tra Legends e Green Arrow non funzionerebbe, perché troppo diverso. D’altra parte, hai Sara, che è una specie di colla connettiva lì, quindi chissà“.

“Considero queste cose come problemi di qualità”, ha concluso Guggenheim. “Adoro il fatto che ora abbiamo un universo di spettacoli che ci consente di porci queste domande ed esplorare cose diverse e rispondere alle domande in diversi spettacoli, ma abbiamo anche dei fumetti per farlo.”

Fonte