Guardiani della Galassia: James Gunn chiarisce dichiarando “Groot è morto”

La scena finale del primo Guardiani della Galassia viene ricordata ancora oggi da molti per il suo impatto emotivo. La dipartita di Groot con la frase “noi siamo Groot” a simbolo di come ormai i Guardiani siano diventati una famiglia, è probabilmente uno dei momenti di pathos più alti del Marvel Cinematic Universe, e dimostra come i Marvel Studios riescano a farci provare empatia per qualsiasi cosa, come anche Antony in Ant-Man.

Alla fine quindi vediamo Groot sacrificarsi per non far morire i compagni nello schianto della Dark Aster, l’imponente navicella spaziale di Ronan L’Accusatore, me poi in una scena proprio al termine della pellicola vediamo un “ramoscello” di Groot risvegliarsi all’interno di un vaso.

Ciò ci ha lasciato presupporre che il personaggio fosse in qualche modo immortale, e che quindi il pianto di Rocket fosse immotivato, ma adesso possiamo rivelarvi che in realtà non è così. Il regista della pellicola, James Gunn, ha fatto sapere dal suo account Facebook, che Groot e Baby Groot non sono la stessa creatura. Gunn ha spiegato che facendosi esplodere, Groot è effettivamente morto, e quello che vediamo alla fine del primo e nel secondo non è altro che un “innesto” del corpo di Groot, una sorta di figlio.

“A tutti quelli che mi sbattono in faccia la resurrezione di Groot dico che è un esempio che non funziona perché Groot è morto. Nonostante non sia specificatamente ovvio nel volume uno, è importante specificare che se ti fai esplodere e poi ricominci a crescere sotto forma di bambino, si può partire dal presupposto che quel bambino non sia tu. Credo sia più ovvio nel Vol. 2, in cui Baby Groot ha una personalità differente da Groot, non ha i suoi ricordi, ed è molto molto più stupido.”

Ancora non è stata rivelata una data di uscita ufficiale per Guardiani della Galassia Vol.3, ma Gunn l’avrebbe in effetti già previsto per il 2020 dicendo ai fan “continuerò a stare con voi per tutti questi tre anni in cui creeremo il Volume 3“, in un post su Facebook all’inizio di quest’anno.

Le implicazioni sono molte volendo porre questo cinecomic dopo gli eventi della Guerra dell’Infinito, quindi attenderemo con ansia il nuovo capitolo. Tutto ciò che sappiamo fino ad ora è che James Gunn tornerà alla regia e probabilmente buona parte del cast visto nel secondo film.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: