Guillermo Del Toro lancia l’idea di consigliare film per la quarantena e Hollywood si aggrega

Di recente alcuni grandi registi del panorama hollywoodiano hanno dato inizio ad un qualcosa che ha portato con se una conversazione alquanto interessate.

Registi come come Darren Aronofsky, Ari Aster, Ava DuVernay, Sarah Polley, Edgar Wright, Rian Johnson, Brad Bird, Scott Derickson, James Mangold e molti altri filmmaker hanno aderito alla iniziativa su Twitter di Guillermo del Toro di consigliare una serie di film da vedere in questi tempi di quarantena.

Inizialmente Del Toro ha twittato quanto segue:

“Bene, andiamo, solo alcune idee: spero che questo possa riguardare solo cose che amiamo. Non sulle cose che odiamo o da cui siamo gravati. Non possiamo rispondere a domande aperte, ma cerchiamo di risponderci il più possibile.

Saremo qui per un po’ e le prime domande sono: cosa state leggendo? Cosa state guardando? Cosa state ascoltando? E da quanti giorni siete al chiuso?

Sono in casa da oltre un mese. Auto-imposto. Solo uscito solo per esigenze primarie: cibo, provviste, ecc. E per lo più ho guardato e riletto. Ma, come la maggior parte delle persone, immagino di voler leggere, imparare o comunicare in un modo che ha renda ciò utile. È stato un esercizio strano: aiutare gli amici all’esterno o fare strategie per aiutare gli altri mentre si è in casa è di per sé uno strano modo di fare. Un momento importante

Ho riguardato Mitchell Leisen: Un colpo di Fortuna, La morte in vacanza, La Signora di Mezzanotte, La Porta d’Oro etc etc. Liesen, (al suo tempo), veniva relegato a stilista e non veniva messo allo stesso livello di Sturges o Wilder (a volte dallo stesso Wilder) con cui peraltro ha lavorato. Ma ogni volta che lo riguardo è sempre più chiaro quanto sia preciso, intelligente e completo. Penso che debba essere rivalutato. Lo amo!”

Qui sotto i tweet:

Non c’è voluto molto che alcune altre grandi personalità di Hollywood partecipassero alla cosa, come Edgar Wright, che ha detto di aver guardato nell’ultimo mese 2 o 3 film al giorno, per voglia di fuggire la noia e per cercare ispirazione.

“Ho sempre sognato uno strano scenario dove avrei avuto una scusa per riuscire ad affrontare in maniera metodica una lunga pila di Blu-ray, ma giuro che tutto questo non è un risultato del mio pensiero magico. La maggior parte dei film sono quelli che non avevo mai visto quando ero molto giovane, e non li capivo del tutto. Non devo nascondermi così tanto nei film di evasione e ho trovato un grande conforto in molti film di guerra e post guerra – inglesi, italiani, tedeschi, francesi, giapponesi.

Anche il regista di Guardiani della Galassia si è unito alla festa Twitter, rivelando di star leggendo “What the dog saw” di Malcom Gladwell, star guardando Patriot di Steve Conrad su Prime Video, e ascoltando il nuovo album di Jessie Reyez.

“Sto a casa da sei settimane. Le uniche eccezioni: ho dovuto portare una persona al pronto soccorso un mese fa e ho fatto qualche passeggiata seguendo le norme di sicurezza.”

Un’altra persona è Ari Aster, che ha rivelato di star riguardando la terza stagione dei Soprano, che descrive come “un’opera d’arte suprema”.

“Ho anche rivisto la versione TV di ‘Scene da un matrimonio’. È stato un conforto vedere due persone morbosamente disincantate che si decimano nel comfort e nella privacy delle loro case.”

I tweet ed i consigli sono davvero tanti, e sarebbe un’impresa titanica star qui a tradurli tutti, quindi vi lasciamo in link al topic così che possiate scorrerli come meglio credete. Potete leggerli cliccando qui.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: