Halle Berry parla del Razzie “vinto” per Catwoman e del non prendere tutto troppo sul serio

Halle Berry ha rivelato di aver dato fuoco al Golden Raspberry Award che ha “vinto” per Catwoman, dopo aver accettato il premio di persona alla cerimonia.

La regista di Bruised è apparsa in un’intervista video con Vanity Fair per ricordare la sua lunga carriera hollywoodiana e alcuni dei suoi ruoli più famosi. Ad un certo punto, Berry ha parlato del film DC del 2004, Catwoman, che è stato stroncato dalla critica e rimane uno dei peggiori film tratti dai personaggi dei fumetti.

Il film ha ottenuto diversi Golden Raspberry Awards – o Razzies – all’evento del 2005, tra cui “Worst Picture”, con Berry come vincitrice di “Worst Actress”, secondo MTV. I Razzies mettono in evidenza i peggiori progetti cinematografici ogni anno, ma prenderlo sul serio è davvero una cosa folle. Berry ha fatto notizia quando ha tenuto il suo Razzie in una mano e il suo Oscar per la sua interpretazione in Monster’s Ball del 2002 nell’altra, durante il suo discorso di ringraziamento.

“Sono andata ai Razzie perché sento che ci prendiamo tutti molto sul serio”, ha detto Berry. “Quando otteniamo un premio, se otteniamo l’Oscar, in qualche modo la cosa ci fa sentire come se fossimo migliori di tutti gli altri, ma in realtà non lo siamo. Sei stato scelto quell’anno dai tuoi colleghi per un lavoro che loro considerano un stellare.”

L’attrice si è poi chiesta se vincere un Oscar renda un attore migliore dei suoi colleghi prima di dire “per niente”.

“Se ti trovi faccia a faccia con un Razzie, vuol dire che sei il peggior attore che sia mai esistito? Probabilmente no. Sei semplicemente stato scelto come bersaglio di alcune prese in giro da un gruppo di persone che sentono di poterlo fare. Quel giorno ho deciso di affrontarli e di non prendermi troppo sul serio: se posso farmi vedere agli Oscar posso farlo anche ai Razzie. Ho capito molto presto che se non puoi perdere con dignità non meriti di essere un vincitore. Così ho presenziato, ed ho preso in giro me stessa. Mi sono divertita moltissimo e poi ho dato fuoco a quella cosa.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: