Harley Quinn: Kaley Cuoco parla della sua interpretazione animata del celebre personaggio DC

E’ quasi troppo perfetto: dopo anni di recitazione in The Big Bang Theory, la mega sitcom della CBS che ha mostrato agli spettatori di tutta l’America l’aspetto dell’interno di un negozio di fumetti, Kaley Cuoco ha continuato nel mondo nerd interpretando uno dei personaggi dei fumetti DC più popolari del mondo: Harley Quinn.

Leggi anche: Harley Quinn rinnovata per una seconda stagione

“È fantastico, vero? Cosa penserebbero i ragazzi? Penny si trasformò è trasformata esattamente in chi volevano che fosse”, ha detto la Cuoco a EW con una risata. “The Big Bang è stato un indimenticabile viaggio lungo 12 anni, devo tutta la mia carriera a quello show anche se ora è finito. È radicato nel mio cuore.”

Il prodotto d’animazione è ovviamente distinto dalla sit-com, poiché gli attori sono nascosti dietro personaggi animati. Ciò è particolarmente vero per un personaggio come Harley Quinn, precedentemente doppiata da Arleen Sorkin, da Hynden Walch, Tara Strong e Melissa Rauch nei DC Universe Animated Original Movies e nei vari videogiochi, e naturalmente interpretata in live-action da Margot Robbie. Quindi, quando Cuoco ha assunto il ruolo principale per la serie animata DC Universe, ha voluto creare una sua versione.

“Ci sono state così tante Harley Quinn, e ovviamente con Suicide Squad, Margot la stava interpretando così incredibilmente bene e in modo specifico, che non volevo che suonasse come lei o qualcun’altro”, ha detto la Cuoco. “Inizialmente volevano che avesse un forte accento di Boston, ma ho detto ai [co-showrunners] Justin [Halpern] e Patrick [Schumacker] che la mia voce è riconoscibile, e penso che sarebbe stato sciocco se avessi fatto finta di essere sia qualcosa di diverso da Kaley che interpreta questo ruolo. Quindi è diventato per lo più solo me che sbraito. E’ una cosa che fa parte di me, e l’ho trasformato in qualcosa oltre me stessa. Lo spettacolo è unico, non è Suicide Squad, è così diverso e ovviamente così folle, che siamo in grado di farlo esattamente come volevamo.”

Harley Quinn inizia in un momento simile a Birds of Prey, ovvero dopo la rottura conl Joker, doppiato nella serie dal magistrale Alan Tudyk, ma i confronti non durano a lungo. Invece della gang femminile del film, questa Harley si circonda di una squadra ancora più eclettica: l’irascibile Dr. Psycho (Tony Hale), il mutaforma e aspirante attore Clayface (sempre Tudyk), il forte e gentile hacker informatico King Shark (Ron Funches) e la migliore amica di Harley, la persona che le dice sempre di passare oltre Joker e farsi una vita, Poison Ivy (Lake Bell).

Harley Quinn ha anche un senso dell’umorismo univoco e squilibrato che rende ancora più incredibile il fatto che questo show sia trasmesso sul servizio di streaming DC Universe. I momenti di apertura della serie coinvolgono un Joker mascherato che fa un brindisi su uno yacht ai ricchi che lui e Harley stanno per derubare: “Ai miei compagni bianchi! Alziamo un bicchiere per questa piramide di soldi, costruita sul nostro passatempo preferito: I cazzo di poveri!”.

“Dal momento in cui ho letto la prima sceneggiatura sono caduta a terra ridendo”, ha continuato la Cuoco. “Sai esattamente come sarà lo spettacolo dal primo momento, è politicamente scorretto e folle. Ma ciò che amo di questi scrittori è il cuore che c’hanno messo, inclusa la possibile relazione tra Harley e Ivy…?”

Sono passati più di 25 anni da quando Harley è stata creata per la prima volta da Paul Dini e Bruce Timm per Batman: The Animated Series. In quel momento, è diventata velocemente una delle più famose anti-eroina/ supercattiva. Non è una figura girl power tradizionale come Wonder Woman, ma forse è questo il punto.

“Penso che rappresenti effettivamente più donne là fuori di quanto pensiamo”, afferma Cuoco. “Allontanarsi da una cattiva relazione e avere i tuoi amici intorno a te per farti sentire potente e credere in te stessa, è il femminismo al suo interno. Questo è quello che amo di lei: prende a calci in culo, ama i suoi amici, fa cose cattive ma per quello che pensa siano le giuste ragioni, è forte, è eccentrica, è divertente (non dimentichiamoci quanto è divertente) e assolutamente adorabile. Se la cava con cose che nessun altro fa. Porta con se quel fascino con cui è davvero difficile cavarsela, e poi le permettiamo di affrontare cose folli e prendere decisioni folli. Ecco perché ci innamoriamo di lei.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: