Henry Cavill a proposito di Superman, Snyder Cut e baffi

Il mese scorso, nel secondo anniversario dell’uscita di Justice League, i fan della Snyder Cut si sono uniti online in un nuovo impeto di supporto al regista spronando la Warner a rilasciare la versione del film. Persino le persone che hanno lavorato a Justice League, come Gal Gadot e Ben Affleck, si sono schierate a favore della cosa, ma bizzarra è stata per molti l’assenza della partecipazione di Henry Cavill, alias il Superman del DCEU. A quanto pare non l’ha fatto perché non voleva ripensare alla significativa perdita nella sua vita: i suoi gloriosi baffi.

Quando gli è stato recentemente chiesto se c’era un motivo particolare per cui non si è unito alle sue co-star si Justice League nel movimento #ReleaseTheSnyderCut, Henry Cavill ha risposto: Non direi che c’è un motivo particolare. Io, è… voglio dire, mi mancano i miei baffi. Quella è la cosa più importante. E per me è stato solo un promemoria straziante del fatto che non ce l’ho più. E quindi non riportare a galla quel dolore”.

I famigerati baffi di Henry Cavill, fatti crescere per il suo ruolo di August Walker in Mission: Impossible – Fallout, davano un particolare tocco estetico all’attore, ma non stavano bene su Superman, e quando ha dovuto riprendere il ruolo dell’azzurrone nei reshoot ideati da Joss Whedon sappiano tutto cosa è successo – la Warner si era offerta di creare dei baffi finti per la Paramount ed il loro film, ma quest’ultima ha rifiutato.

Sebbene non abbia intenzione di farsi ricrescere i baffi, Cavill ha affermato di aver imparato ad amarli e di aver apprezzato l’attenzione dei media. Quindi, mentre hanno portato gioia a Henry Cavill e tanti altri, chiunque abbia familiarità con la creazione di Justice League sa che ha causato un problema significativo. Cavill ha ammesso che sapeva che i baffi sarebbero stati problematici per Justice League, e avrebbe fatto una scelta diversa per il look di August Walker, ma col senno di poi, la rimozione dei baffi in CGI era solo una delle questioni che affliggevano il cinecomic.

Per quanto riguarda i suoi sentimenti generali riguardo alla Snyder Cut, ecco cosa ha detto Henry Cavill a Kevin McCarthy, uno dei cohosts di ReelBlend:

“Non ho visto alcun taglio di Snyder. Non so se esiste qualcosa che sia un Snyder Cut. Sono sicuro che ci sono filmati là fuori che probabilmente sono stati messi insieme nel corso degli anni. Sono sempre interessato a vedere come vanno cose del genere, ma è un capitolo del mio passato. Preferirei parlare di ciò che accadrà in futuro. Il futuro di Superman, come posso esprimermi al meglio con quel personaggio.”

Quindi, anche se non sembra che Henry Cavill si opponga in alcun modo al rilascio della Snyder Cut, non è molto interessato a vedere una versione diversa di Justice League, e preferirebbe concentrarsi su cosa può succedere dopo a Superman. Cavill ha chiarito che non rinuncerà a interpretare di nuovo Superman, quindi forse sta parlando con alcune parti a porte chiuse per riuscire a riprendere il ruolo dell’Uomo d’Acciaio.

Durante un altro evento stampa per il suo nuovo spettacolo, The Witcher, a Cavill è stato chiesto anche cosa gli sarebbe piaciuto esplorare se la possibilità di un nuovo film su Superman gli venisse presentata.

“Dove abbiamo lasciato con Man of Steel, in particolare, nel momento in cui abbiamo visto un ragazzo che ha trovato il suo posto, o che stava cercando di farlo e alla fine l’aveva trovato, dopo aver commesso qualcosa di terribile come uccidere l’ultimo membro della sua specie. Questo è un momenbto che mi piacerebbe esplorare col personaggio. Vorrei esplorare la positività. Non necessariamente la versione in stile scatola di cioccolatini, ma il fatto di appoggiarsi a quella. Quel personaggio che diventa un’icona di speranza e si gode quell’esperienza piuttosto che percepirla necessariamente come un disagio.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: