Henry Cavill conferma il fatto che non ha abbandonato il ruolo di Superman

Ad ormai due anni da quando Justice League uscì al cinema, deludendo molti fan e facendo nascere il movimento #ReleaseTheSnyderCut – che in realtà si occupa anche di raccolta fondi per la prevenzione dei suicidi – una delle cose su cui molti concordano è l’apprezzamento della luce splendente che il Superman di Henry Cavill ha trasmesso, che comunque non sarebbe stata tanto calda e accogliente se non fosse passata attraverso una grossa oscurità.

Da quel momento ce ne sono state di speculazioni assurde, sopratutto sul fatto che il bravo interprete, Henry Cavill, non avrebbe più interpretato l’ultimo figlio di Krypton e avrebbe appeso il mantello al chiodo.

A niente sono servite le nostre continue smentite, il nostro continuo supporto alla verità, e neanche il video un po’ enigmatico ma esplicativo che Cavill stesso ha condiviso diverso tempo fa, ma oggi speriamo di mettere la parola fine a ogni tipo di speculazione.

A seguito di un fine settimana pieno in cui attori, registi, personalità di Hollywood e perfino “avversari” della Marvel hanno sostenuto la campagna #ReleaseTheSnyderCut, Henry Cavill ha finalmente fatto sentire la sua voce. In un’intervista rilasciata a People e Men’s health, l’attore britannico ha ribadito che non ha ancora abbandonato il ruolo di Superman e che tornerà.

“Il mantello è nell’armadio. È ancora mio. Non me ne starò seduto in silenzio al buio con queste voci in giro. Non ho rinunciato al ruolo. C’è ancora tanto che voglio dare a Superman, molto altro da raccontare. Un mucchio di veri, sinceri omaggi all’onestà del personaggio in cui puoi vedermi immergere. Superman merita giustizia, perciò lo status è: vedrete.”

Parlando poi dei film a cui ha partecipato come L’Uomo d’Acciaio, Cavill ha aggiunto che quel film è stata “un’ottima partenza. Se tornassi indietro non credo che cambierei nulla”, e per quanto riguarda Batman V Superman, l’ha descritto come “più che altro un film di Batman. Quell’atmosfera così cupa è perfettamente calzante per Batman”, ma non ha avuto buone parole per Justice League, che semplicemente ha descritto come non funzionante.