Hollywood: ecco il trailer della serie Netflix di Ryan Murphy e Ian Brennan

“Questa città è fatta di sogni”, afferma Dylan McDermott all’inizio del trailer ufficiale di Hollywood che Netflix ha rilasciato oggi.

Nell’imminente serie limitata in streaming di Ryan Murphy e Ian Brennan, il personaggio di McDermott, Ernie, è un uomo che possiede una stazione di servizio che gestisce un’operazione segreta da un lato, ma che sognava di diventare una star del cinema. Il veterano Jack (David Corenswet) ha sogni simili, ma finisce per lavorare all’operazione di Ernie. Ma Hollywood non è solo un racconto sulla fretta di fare soldi mentre si cerca di mantenere vive le aspirazioni; si concentra su un gruppo di persone creative emergenti che perseguono determinati obiettivi con tutto il cuore nella Tinseltown del secondo dopoguerra.

La serie è quella che “riscrive il finale di Hollywood”, come aveva detto Brennan in precedenza a Variety. Definendolo una “deliziosa fantasia da scrivere”, Brennan osserva che nella serie “i personaggi che erano stati, e nel mondo reale avrebbero continuato ad essere, affronteranno grandi momenti di vittoria e di aspirazione”.

Ad esempio, una giovane sceneggiatrice di nome Archie (Jeremy Pope) si sorprende quando Ellen Kincaid (Holland Taylor) lo incontra per la prima volta e si rende conto che è un uomo di colore, ma lei lo abbraccia immediatamente.

“Se cambiamo il modo in cui vengono realizzati i film, penso che possiamo cambiare il mondo”, afferma l’aspirante regista Raymond, interpretato da Darren Criss, nel trailer.

In Hollywood, ogni personaggio è scritto per offrire uno scorcio dietro il sipario dorato di quel periodo, facendo luce su sistemi ingiusti e pregiudizi di razza, genere e sessualità. Lo spettacolo cerca di esaminare le dinamiche di potere vecchie di decenni e di considerare come potrebbe essere il panorama dell’intrattenimento se fosse stato smantellato.

Qui sotto potete vedere il trailer:

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: