I cameo di Stan Lee sono tutti i collegati? Ecco tutte le teorie!

La Marvel nacque come Timely Comics nel lontano 1939 e da allora ci ha regalato iconici personaggi come Spider-man, Captain America, Thor, Iron Man, Hulk e potrei stilare un elenco di nomi che non finirebbe più! Chi è la mente dietro a tutto? La mente che ha dato vita a questi immortali personaggi? Ovviamente al centro di tutto c’è il più che noto Stan Lee, con l’aiuto anche dei maestri Jack Kirby e Steve Ditko eh! Non dimentichiamolo. Ormai la Marvel al cinema sta spopolando dagli inizi degli anni 2000, quando uscì il primo X-men di Bryan Singer, poi arriverà la trilogia di Spider-man di Sam Raimi finché non si arriverà ad Iron Man, il primo film di quello che è oggi l’MCU, un universo Marvel parallelo a quello cartaceo. Purtroppo X-men e personaggi del MCU sono scollegati dato che i diritti dei Mutanti li detiene la Fox, ma c’è un fattore che accomuna tutti i prodotti targati Marvel: i cameo di Stan Lee.

Tutti noi fan quando vediamo un film ci mettiamo a ridere di gusto nel vedere Stan Lee che fa una delle sue comparsate, ma queste sue comparse sono solo cameo o c’è qualcosa di più dietro? Probabilmente avrete già sentito nominare diverse teorie nei riguardi di questi cameo e oggi sono qui per portarvi le tre teorie più diffuse sul web ad opera dei fan secondo cui Stan Lee sarebbe un personaggio ben preciso.

stan-lee

Utau l’Osservatore

Secondo la prima teoria che vi voglio presentare Stan Lee sarebbe Utau l’Osservatore. Chi sono gli Osservatori? Essi sono degli esseri dalla forma umanoide caratterizzati da una testa calva e sproporzionata rispetto al resto del corpo. Dopo aver ottenuto l’immortalità, gli Osservatori hanno deciso di osservare e registrare tutti gli eventi del Multiverso, senza intervenire e cambiare il loro corso. Utau è l’Osservatore incaricato di osservare ciò che avviene sul pianeta Terra e è anche apparso nei momenti più importanti dell’Universo Marvel, tra cui la Civil War fumettistica di Mark Millar.

civil-war-uatu

Secondo molti fan Stan Lee sarebbe proprio Utau, dato che lo vediamo ovunque i nostri supereroi vadano e la teoria spiegherebbe anche come mai sia apparso sia in Captain America – Il Primo Vendicatore e Agent Carter, ambientati corrispettivamente prima e dopo la Second Guerra Mondiale. Ovviamente il look di Utau non è per niente simile a quello di Stan Lee, ma potrebbe trattarsi di una sorta di travestimento o roba simile. Ciò spiegherebbe anche la sua presenza sia nei film Marvel Studios che Fox e anche nei film di Spider-man della Sony, e se Lee fosse davvero Utau allora sarebbe sensato pensare che esistano più universi: quello del MCU, quello della Fox e quello della Sony (anche se ormai è totalmente defunto). Pertanto lo Stan “Utau” Lee si sposterebbe da un universo all’altro osservando le varie Terre.

Questa teoria farebbe sperare anche in un possibile crossover tra X-men e Avengers, ma sappiamo molto bene che ciò non accadrà dato che la Fox è molto affezionata ai propri personaggi. Anche recentemente sono venute fuori notizie che la Fox ha rifiutato di cedere alla Marvel i diritti di alcuni personaggi da inserire in Guardiani della Galassia Vol. 2, come per esempio Krang il Conquistatore.

Tralasciando la complicata questione crossover ci sono altri elementi che smentirebbero la teoria secondo cui Stan Lee è Utau: in primis lo abbiamo visto mettere in salvo alcuni bambini durante le violente battaglie dei nostri supereroi e come abbiamo detto prima gli Osservatori non intervengono MAI negli eventi che si susseguono sul pianeta Terra. Ci sono anche alcune scene in cui Stan Lee viene salvato dai nostri supereroi, come per esempio in Daredevil con Ben Affleck, dove viene salvato dal giovane Matt Murdock mentre stava attraversando la strada senza guardare e se non fosse stato per il piccolo Matt sarebbe stato investito da un camion. Insomma, non credo che un Osservatore sarebbe tanto distratto da rischiare di essere investito da un camion, o potrebbe esser stato un test per vedere quanto fossero efficaci i poteri acquisiti dal povero Matt. Ripeto però: gli Osservatori si limitano ad osservare. Sinceramente non condivido questa teoria, ma passiamo alla prossima, decisamente più interessante.

Stan Lee viaggia in giro per il mondo alla ricerca di suo padre

Questa teoria cari lettori ritengo essere la più geniale e quella più verosimile inventata fin’ora. Iniziamo dal principio, come abbiamo già detto prima Stan Lee appare in cameo in prodotti Marvel ambientati prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale, quindi tra gli anni ’40 e ’50, ma come fa a non esser invecchiato fino al 2016? La risposta è che lo Stan Lee visto in Captain America – Il Primo Vendicatore e in Agent Carter è il cosiddetto Stan Lee Senior: un generale pluripremiato durante la Seconda Guerra Mondiale come si può vedere nel primo stand alone con Steve Rogers protagonista. Lo stesso Stan Lee Senior lo rivedremo in Agent Carter mentre parla con un giovane Howard Stark ma poi cosa succede? Il povero Stan Lee viene rapito da una banda di pirati spaziali, come accadde per Peter Quill che venne rapito dai Ravagers in Guardiani della Galassia, e attualmente vive su Xandar ed ecco spiegato il suo cameo nel film di James Gunn. Come mai non è invecchiato di un giorno? In questo caso le spiegazione sono molteplici, potrebbe avere una sorta di tecnologia che rallenta parecchio l’invecchiamento o un’altra cosa a noi ignota. Ragazzi, parliamo comunque dell’Universo Marvel.

Allora chi è lo Stan Lee che abbiamo visto nei film più recenti? Beh, si tratta del figlio di Stan Lee Senior, ovvero Stan Lee Jr.. Dove inizia la sua storia? Stan Lee Jr. vive una vita tranquilla finché non beve accidentalmente il sangue radioattivo di Bruce Banner (cameo de L’Incredibile Hulk) e rimane per un certo periodo in coma. Dopo essersi ripreso decide di far visita a sua madre in New Mexico dove si unisce ad altri del posto nel tentativo di sollevare un misterioso martello caduto dal cielo, ma mentre ci prova distrugge i suo pickup (cameo di Thor). Dopodiché viaggia in giro per gli Stati Uniti e assiste anche alla celebre battaglia di New York e spaventato a morte dalla distruzione che possono portare i supereroi sceglie di andarsene dall’America e di andare a Londra, dove però incontradi nuovo Thor (cameo di Thor: The Dark World) e sceglie di andare in un posto più tranquillo, la nostra cara Italia (cameo in Agents of SHIELD). Dopo un po’ di tempo decide di tornare in America e trova lavoro in un museo dedicato a Steve Rogers come guardia (cameo di Captain America – The Winter Soldier), ma viene licenziato per aver perso l’outfit del Capitano. Sappiamo tutti com’è andata veramente, no?

Dato che Rogers si sent in colpa per il suo licenziamento invita Stan Lee alla sua festa per festeggiare la vittoria contro l’Hydra, e Lee viene invitato dato che ha partecipato alla Seconda Guerra Mondiale come soldato (Stan Lee si arruolò veramente nell’esercito durante la Guerra). Qui lo vediamo comportarsi arrogantemente con Thor, dato che lo ha perseguitato indirettamente anche a Londra, e assistiamo al cameo di Avengers – Age of Ultron. Dopodiché Rogers lo aiuta a trovare altri lavori e vediamo Stan Lee lavorare come barista in Ant-man e come corriere in Captain America – Civil War. Infine il cameo di Doctor Strange non credo sia molto complicato da spiegare, stava semplicemente usando l’autobus a New York, magari per tenere un altro colloquio di lavoro.

Infine c’è un ultimo cameo da spiegare, ovvero le sue foto con la veste da poliziotto nelle serie Marvel/Netflix Luke Cage, Jessica Jones e Daredevil. Come vi ho già detto il padre di Stan Lee Jr., Stan Lee Sr., è stato rapito da dei pirati spaziali, non si sa se siano sempre i Ravagers, e ora vive su Xandar lasciando il povero figlio da solo con la madre. Solo ora però Stan Lee Jr. sceglie di diventare un poliziotto per svolgere delle indagini per scoprire che fine abbia fatto suo padre, e svolge anche un ottimo lavoro, tanto da esser l’impiegato del mese nel distretto di polizia di New York.

Risultati immagini per stan lee daredevil

Questa è tutta la storia che ci presenta la teoria di un Stan Lee Sr. e un Stan Lee Jr.. Ritengo questa teoria essere la più geniale, originale e verosimile che ci possa essere attualmente in circolazione. C’è solo un cameo che non viene spiegato, ovvero quello del primo Iron Man in cui Tony Stark scambia Stan Lee per Hugh Hefner, il creatore di Playboy. Ma nonostante ciò non ho trovato nessun’altro buco in queste fantastica teoria, che però non tiene conto dei cameo nei cinecomic Fox e Sony, ma solo quelli del MCU. Ciò comporta quindi che il personaggi di Stan Lee Jr. esista solo in questo universo narrativo.

Il Supremo

untitled-1Questa teoria la ritengo molto interessante e anche un po’ inquietante, non so bene il perché. Secondo molti fan Stan Lee potrebbe essere la rappresentazione umana del Supremo, ovvero Dio dell’Universo Marvel. Il Supremo è un essere onnisciente, immortale e onnipotente creatore di tutti gli universi che compongono l’Omniverso e regna in un luogo ultraterreno chiamato “Paradiso”, come nella religione cristiana, e accoglie tutte le anime buone dopo la morte. Il personaggio è apparso diverse volte nei fumetti Marvel: la sua prima apparizione risale al numero 222 dei Fantastici 4, che raggiungono il regno del Paradiso e fanno conoscenza del Supremo, che nel numero in questione è stato disegnato con le sembianze di Jack Kirby. Il che è abbastanza ironico dato che Kirby è creatore, insieme a Stan Lee, di molti personaggi Marvel. Un’altra apparizione risale ad un numero di The Amazing Spider-man: Peter Parker è distrutto dal dolore perché zia May è in fin di vita dopo aver preso un proiettile che era destinato a Peter da parte di un sicario di Kingpin. Il Supremo allora, sotto forma umana, rammenta a Peter di tutte le buone azioni che ha compiuto come Uomo Ragno e lo invita a non cedere al dolore e di continuare a fare il supereroe. Poi il Supremo apparirà altre volte in altri numeri ma non con un ruolo fondamentale.

Essenzialmente il personaggio o si manifesta volontariamente per spronare i personaggi ad andare avanti oppure viene “raggiunto” da altri personaggi Marvel. Effettivamente non ci sono molte prova a favore di questa teoria, dato che le uniche volte che abbiamo visto Stan Lee fare del “bene” nei film è stato negli Spider-man di Sam Raimi, dove salva dei civili e in Spider-man 3 fa capire a Parker che Spider-man deve continuare a fare il supereroe nonostante tutte le difficoltà. E ci si può riallacciare al numero di The Amazing Spider-man, ma non ci sono sufficienti prova a favore o contro quest teoria. Rimane una pura speculazione, c’è da dire però che come il Supremo abbia preso le sembianze di Kirby nei fumetti ci sta che abbia preso quelle di Stan Lee nei cinecomics, in più questa teoria prende in considerazione anche il fatto che esistano gli universo della Fox, MCU e Sony. Ammetto che non sono così a favore di questa teoria, dato che nei film Stan Lee lo vediamo spesso in ruoli che il Supremo non avrebbe motivo di ricoprire. Per esempio, per quale motivo il Supremo dovrebbe fare il Dj in uno strip club XD? (Parlando del cameo in Deadpool).

 

Probabilmente non sapremo mai se questi cameo siano davvero collegati, se Stan Lee interpreti un vero e proprio personaggio come Utau, il Supremo oppure sé stesso alla ricerca del padre. E se invece le sue comparse siano solo quello che sono? Ovvero dei cameo? E’ vero, queste teorie appassionano tutti noi fan e c’è da dire che vi è uno studio dietro ad esse davvero notevole, ma se questi cameo fossero solo un modo per omaggiare un uomo che ha creato dei personaggi a dir poco  indimenticabili? Probabilmente nemmeno lo stesso Stan Lee si aspettava che dopo 50 anni i suoi personaggi sarebbero stati così popolari da dominare con i loto film tutta Hollywood, nel bene e nel male. Stiamo parlando di un uomo che ha ben 93 anni sulle spalle! Eppure lo vediamo sempre arzillo come nessuno nei film e non solo, anche alle fiere quali Comic-Con e compagnia bella. Un uomo la cui presenza nei cinecomic è divenuta un vero e proprio “must”, basti pensare anche al cameo in Big Hero 6 della Disney, quella scena trasudava epicità da tutti i pori! Ora ci mancano solo i film della Dc XD.

Insomma con questo articolo ho voluto in primis mostrarvi queste fantastiche teorie sui cameo del leggendario Stan Lee, ma dall’altra ho voluto anch’io, come ho potuto rendere omaggio ad un uomo che ci ha regalato grandissime emozione con le sue storie a fumetti dal 1941 fino ad oggi. Ora che ho terminato questo lunghissimo articolo lascio la parola a voi lettori. Cosa ne pensate di queste teorie? Credete che ci sia un fondo di verità in esse o che si tratti solo di cameo per omaggiare il caro Stan Lee? Che la discussione abbia inizio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: