I Cavalieri dello Zodiaco: perchè Shun è donna nel remake di Netflix?

Qualche giorno fa è stato mostrato il primo footage de I Cavalieri dello Zodiaco – Saint Seiya, il remake della serie animata realizzata da Toei Animation negli Anni ’80 sulla base del manga originale del maestro Masami Kurumada, e riadattata da Netflix.

Se volete vedere il suddetto trailer potete farlo in calce all’articolo, in quanto oggi vogliamo parlarvi di un’altra particolarità. Lungo il trailer si può notare una particolarità che ha fatto parlare di se non poco, ovvero che Shun, cavaliere di Andromeda, non sarà un maschio, bensì una donna.

La cosa ovviamente ha scatenato le ire dei fan di tutto il mondo, ed anche se si può intuire il perché di questo cambiamento, il produttore della serie Eugene Son ha avuto modo di dare una spiegazione diretta della faccenda, che immaginiamo non farà altro che alimentare il malcontento.

In un intervento su Twitter il produttore ha detto:

“La grande questione del ‘perché cambiare Andromeda?’ è dipesa da me. Quando abbiamo iniziato a sviluppare questa serie aggiornata, volevamo cambiare molto poco. Il soggetto di base di Saint Seiya, che lo ha reso molto amato, è ancora forte. E molto di tutto quello ancora funziona dopo trent’anni. L’unica cosa che mi preoccupava era che tutti i Bronze Saint con Pegasus sono degli uomini. Ora, la serie aveva dei personaggi femminili forti, e questo si riflette nel gran numero di donne che sono appassionate del manga e della serie. Ma trent’anni fa era normale vedere un gruppo di ragazzi che combattevano per salvare il mondo senza ragazze intorno. Era la prassi. Oggi il mondo è cambiato. La normalità è vedere ragazzi e le ragazze che lavorano fianco a fianco. Ci siamo abituati a vederlo. Giusto o sbagliato, il pubblico può vedere un gruppo di soli uomini come un nostro tentativo di promuovere un’affermazione su qualcosa. E forse trent’anni fa vedere delle donne che tirano calci e pugni l’una all’altra non era qualcosa di ipotizzabile. Ma oggi non è lo stesso.

Ci sono molti personaggi femminili nel manga e nell’anime. Dovevamo prendere dei personaggi esistenti come Sienna (Saori) o Shunrei o Miho, dare loro dei poteri e farle diventare le nostre April O’Neil? Oppure dovevamo creare un nuovo personaggio femminile e farlo entrare nel team? Forse… ma non volevo creare un nuovo personaggio femminile che sarebbe apparso come l’ovvia aggiunta… Quindi abbiamo discusso di Andromeda. Tutti erano d’accordo sul fatto che fosse un personaggio eccezionale. Quindi abbiamo pensato di cambiare l’originale Shun di Andromeda nella nostra interpretazione, dando vita a Shaun. Più lo sviluppavamo, più ne vedevamo il potenziale. Un grande personaggio con un grande look. Il concetto alla base di Andromeda non cambierà. Usa le catene per difendere se stessa e i suoi amici, una cosa che ha imparato dal suo protettivo fratello, che le ha insegnato a combattere. I fan più accaniti della serie sanno cosa succede ad Andromeda nel proseguimento della storia. Come apparirebbe tutto ciò se Andromeda fosse una donna? Ho pensato che sarebbe stato interessante da affrontare. Ma anche se so che è controverso, non lo vedo come un cambiamento del personaggio.

Lo Shun originale è ancora un grande personaggio, ma questa è una diversa interpretazione. Se pensate che sia strano e non vi piace, lo capisco. Anche alla Toei sono stati in molti a chiedermi: “ma sei sicuro di questa cosa?”. Molti fan accaniti del personaggio lo amano molto. Ma spero che lo vorrete guardare lo stesso quando la serie sarà disponibile e farvi un’idea. So che molti di voi già lo odiano. Lo capisco e apprezzo la vostra passione per Seiya. Ma questo è ciò che farò. In ogni caso, questo è ciò a cui ho pensato quando l’ho suggerito. Questo è il motivo per cui l’ho fatto. E penso che la nuova serie sarà molto divertente quando potremo parlare del cambiamento di Andromeda. Spero che vedrete la serie quando arriverà su Netflix nel 2019. Ma ripeto, se non siete interessati, lo capisco completamente.”

Qui sotto potete vedere il trailer:

I CAVALIERI DELLO ZODIACO: Saint Seiya segue le avventure dei giovani ‘Cavalieri”’ protettori giurati della reincarnazione della dea greca Atena. Ogni cavaliere indossa una potente armatura ispirata alla costellazione zodiacale che rappresenta e viene chiamato Cavaliere dello Zodiaco. I cavalieri aiutano Atena nella sua battaglia contro i potenti dei dell’Olimpo, decisi a distruggere l’umanità.

Yoshiharu Ashino (D.Gray-man Hallow) dirige la serie sotto l’egida della Toei Animation su sceneggiature curate da Benjamin Townsend, Shannon Eric Denton, Thomas F. Zahler, Joelle Sellner, Travis Donnelly, Thomas Pugsley, Saundra Hall, Shaene Siders e Patrick Rieger e supervisionate da Eugene Son.

Il character design è ad opera di Terumi Nishii ed il design delle armature è di Takashi Okazaki.

La prima stagione è composta da 12 episodi della durata di 30 minuti l’uno che adatteranno la storia originale dagli eventi della Galaxian Wars alla saga dei Silver Saints.