I registi di Batgirl raccontano di Kevin Feige e del suo entusiasmo per il film DC

Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige: visionario, straordinario produttore e grande fan per molti aspetti della cultura nerd.

L’uomo non è solo un ardente fan Marvel che ha attestato più volte questo aspetto di se, ma ama anche Star Wars, Star Trek e pure l’Universo DC. Inoltre, si presenta come un individuo genuinamente gradevole con cui si dice sia facile lavorare.

Di recente, Adil El Arbi e Bilall Fallah, registi dell’ultima serie in streaming Disney+ dei Marvel Studios, Ms. Marvel, hanno ottenuto il lavoro di dirigere Batgirl per la DC dopo il loro successo con il film, Bad Boys For Life. Il duo di registi aiuterà a dare vita a Barbara Gordon alias Batgirl con il talento recitativo di Leslie Grace.

Ovviamente, Feige, essendo interessato ai film DC quanto lui, non è stato timido nel dare una controllata mentre El Arbi e Fallah stavano sviluppando il film di Batgirl.

Parlando con The Hollywood Reporter, i registi di Batgirl hanno detto che il direttore creativo dei Marvel Studios, Kevin Feige e il resto del team della Marvel, erano entusiasti del nuovo incarico di regia della coppia alla Distinta Concorrenza.

“Sì, abbiamo scritto [ai Marvel Studios] un’e-mail che diceva che avremmo fatto Batgirl, e poi Kevin Feige, Victoria [Alonso] e Lou [D’Esposito] hanno detto: ‘Congratulazioni!’. Erano super felici per noi. La gente dice che c’è una rivalità, ma non è assolutamente così. Si rafforzano a vicenda e abbiamo sentito l’atmosfera tra DC e Marvel.”

El Arbi ha anche detto che Feige in particolare era molto curioso in modo collegiale su come i registi di Batgirl stavano procedendo nel loro film DC, chiedendo aggiornamenti continui.

“Sì, sono grandi fan l’uno dell’altro. Kevin si poneva costantemente domande: ‘Come va? Cosa accadrà?’. Era un vero fan, quindi è stato davvero fantastico.”

I registi hanno anche ricordato il loro tempo allo sviluppo di Ms. Marvel, e hanno detto questo riguardo al senso estetico dello show, facendo notare anche che quei tocchi speciali “non erano presentati nella sceneggiatura”, ma che è stata tutta un’idea loro.

“L’animazione non era presente nella sceneggiatura o nei concept art. Era qualcosa che volevamo davvero fare basandoci su Into the Spider-Verse, e pensavamo di poterne fare una versione live-action. Era anche importante per farci entrare nella testa di Kamala Khan e catturare il suo mondo dei sogni. Amiamo l’animazione e l’estetica dei fumetti e, combinato con Kamala che è una fan della Marvel, tutto ciò ci ha fatto pensare di usare l’animazione per dimostrarlo. Ma come ha detto Adil, temevamo che la Marvel non l’avrebbe accettato perché l’avrebbe reso totalmente diverso da tutti gli altri spettacoli e film. Quindi abbiamo fatto un’intera presentazione con i video di YouTube e Kevin Feige ha detto: ‘Sì, mi piace. Solo non esagerate. Usatelo con cognizione come per il personaggio e la storia’. Quindi siamo rimasti sorpresi.”

 

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: