Ian McKellen non pensa che ruoli gay debbano essere dati solo ad attori gay

Sir Ian McKellen rifiuta di essere messo in una scatola e non vuole che nessun altro lo metta in una. L’ attore di X-Men e Il Signore degli Anelli ha recentemente affrontato la controversia che circonda il casting di Helen Mirren per il ruolo di Golda Mier, il Primo Ministro israeliano, in una lunga intervista con BBC2.

Ci sono due cose: un gentile che non può interpretare un ebreo, ed è quindi anche un ebreo che non può interpretare un gentile“, ha risposto McKellen quando gli è stato chiesto del contraccolpo sul fatto che Mirren non è ebrea. L’attore ha poi fatto un passo avanti nella sua risposta, parlando dei suoi sentimenti circa la controversia di ruoli gay a Hollywood.

“L’argomento secondo cui un uomo etero non può interpretare una parte gay lascia intendere che, in tal caso, io non posso recitare parti da etero e non mi è permesso esplorare l’affascinante tema dell’eterosessualità in Macbeth?”, ha chiesto McKellen incredulo. “Certo che no. Stiamo recitando. Stiamo fingendo.”

L’argomento degli attori etero che interpretano personaggi LGBTQ e viceversa è stato a lungo dibattuto a Hollywood, con molti artisti che recentemente si sono occupati della questione.

Nel gennaio 2021, Neil Patrick Harris ha detto al Times di non essere stato uno che “è passato all’etichettatura”, aggiungendo: “come attore speri sicuramente di poter diventare un’opzione visibile per tanti tipi di ruoli”.

“Penso che ci sia qualcosa di sexy nel scegliere un attore etero per interpretare un ruolo gay – se sono disposti a investire molto in esso”, ha detto Harris. “Ho interpretato un personaggio per nove anni che non era per niente come me. Vorrei sicuramente veder assumere il miglior attore. Nel mondo in cui viviamo non puoi davvero pretendere che un regista assuma un attore, sia gay o etero. Chi può determinare quanto è gay qualcuno?”

Nel frattempo, star come Wentworth Miller, che ha fatto coming out più tardi nella vita, sono irremovibili nell’interpretare solo ruoli con cui si identificano. A novembre, l’attore ha dichiarato che non avrebbe partecipato a un revival di Prison Break perché non si sentiva più a suo agio nel interpretare il suo personaggio in quanto etero.

Nel frattempo, Kristen Stewart, che ha recitato nella commedia romantica lesbica di Hulu del 2020, Happiest Season, ha detto alla NBC che “non avrebbe mai voluto raccontare una storia che dovrebbe davvero essere raccontata da qualcuno che ha vissuto quell’esperienza”.

“Detto questo, è una conversazione complessa perché ciò significa che non potrei mai interpretare un personaggio etero se tenessimo a questo tipo di imposizione”, ha continuato la Stewart. “Penso che sia una zona d’ombra.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: