Il Dr. Nizar Ibrahim rivela quale sarebbe potuto essere il vero aspetto dello Spinosauro

Il franchise cinematografico di Jurassic Park si è sistematicamente trovato sul punto di ricevere critiche da parte della comunità scientifica riguardo ai suoi ritratti dei dinosauri nei film.

Sebbene per i film precedenti sia stato adottato un approccio realistico alle creature a lungo estinte, nuove scoperte e progressi nella ricerca hanno lasciato il franchise nella polvere mentre i cambiamenti a ciò che sappiamo sui dinosauri sono avvenuti nel corso dei decenni. Nuove scoperte come il manto piumato dei dinosauri e le abitudini alimentari di altri hanno reso i film un po’ più imprecisi nel tempo, ma una scoperta pubblicata proprio oggi rende uno dei dinosauri di Jurassic Park III quasi completamente sbagliato.

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature (ed elaborato sul National Geographic), il paleontologo Dr. Nizar Ibrahim e il suo team hanno registrato le loro scoperte che indicano che lo Spinosauro (visto sul grande schermo nel seguito del 2001 del film di Steven Spielberg) non era in realtà un predatore terrestre che a volte entrava nell’acqua per nuove prede, ma era probabilmente il contrario. Ibrahim ha detto in una dichiarazione:

“Questa scoperta è il chiodo nella bara dell’idea che i dinosauri non aviari non abbiano mai invaso il regno acquatico. Questo dinosauro stava attivamente in caccia di prede sotto’acqua, non solo in piedi in acque poco profonde in attesa che i pesci gli nuotassero vicino. Probabilmente ha trascorso gran parte della sua vita in acqua.”

La ricerca condotta dal team di Ibrahim ha coinvolto la raccolta di nuovi fossili associati alla razza tra cui “una coda straordinariamente completa, simile a una pinna, capace di ampi movimenti laterali e caratterizzata da spine estremamente lunghe”. Con ciò sono stati in grado di ricreare una versione virtuali di come sarebbe stata probabilmente la coda dello Spinosaurus, e come l’avrebbe usata per il movimento in acqua, rivelando il suo corpo e il modo in cui nuota, riconoscendo similitudini coi coccodrilli e i tritoni.

Inoltre il team ha teorizzato che la bestia avesse anche i piedi palmati, alterando ulteriormente il suo aspetto fisico precedentemente teorizzato. Potete dare un’occhiata ed un modello digitale delle loro scoperte nel lettore qui sotto.

Come fan di Jurassic Park può ricordare, lo Spinosauro è stato visto nel terzo film attaccare e sconfiggere un T-Rex mentre inseguiva i personaggi principali sull’isola tropicale. Alla fine tutto questo diventa abbastanza impreciso. Vale la pena notare che la creatura viene vista ad un certo punto nuotare nell’acqua con la sua pinna che emerge dalla superficie come uno squalo, ma la durata del suo tempo in acqua viene spesa attaccando una barca.

Come suggerisce questa nuova ricerca, lo Spinosauro sarebbe effettivamente vissuto più nell’acqua che sulla terraferma, e probabilmente avrebbe cenato con chiunque fosse caduto dalla barca o avrebbe tentato di nuotare fino a riva.

Prima però di accendere torce ed impugnare forconi, vale la pena far notare, tuttavia, che nonostante i cineasti dei film di Jurassic Park si siano attenuti a ciò che gli scienziati e gli esperti hanno detto loro sui dinosauri in quel momento, nel contesto reale dei film, le squadre di genetisti che creano le creature non hanno mai cercato la precisione scientifica.

Come ha detto il dott. Alan Grant di Sam Neil nel terzo film a un gruppo di studenti: “I dinosauri vissero sessantacinque milioni di anni fa. Ciò che resta di loro è fossilizzato nelle rocce, ed è nella roccia che i veri scienziati fanno scoperte reali. Ora quello che John Hammond e la InGen hanno fatto a Jurassic Park è creare mostri geneticamente modificati per parchi a tema, niente di più, niente di meno“.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: