Il nuovo film di Ghostbusters renderà omaggio a Harold Ramis

Ghostbusters del 2020, sequel diretto di Ghostbusters del 1984 e Ghostbusters II del 1989, a quanto pare “includerà” la star del franchise e co-sceneggiatore originale Harold Ramis, stando a quanto affermato dal produttore Dan Aykroyd.

Ramis, morto nel febbraio del 2014 per vasculite infiammatoria autoimmune, è stato precedentemente onorato con un busto nel reboot al femminile di Paul Feig del 2016, con Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Leslie Jones e Kate McKinnon.

Questo nuovo film, diretto da Jason Reitman, figlio del regista dei film originali Ivan Reitman, torna alla continuità in cui Ramis ha recitato nel ruolo del fondatore dei Ghostbuster, Egon Spengler, al fianco del Ray Stantz di Aykroyd, il Peter Venkman di Bill Murray e il Winston Zeddemore di Ernie Hudson, che Aykroyd conferma tornerà nel nuovo film.

“Mi manca molto. Era, ovviamente, un grande scrittore e un collaboratore davvero intelligente”, ha detto Aykroyd di Ramis al The Greg Hill Show. “Abbiamo reso omaggio a lui nel film che Paul Feig ha fatto con le ragazze, era lì in un busto e Billy e io ci siamo presentati per lavorare su questo film perché avevamo fiducia in quella visione.”

Aykroyd ha quindi continuato dicendo: “abbiamo reso omaggio a Harold e naturalmente lo riconosceremo in questo film in qualche modo, per quanto possa essere piccola la parte“.

Questa nuova sceneggiatura, scritta da Reitman e dal regista di Monster House, Gil Kenan, è descritta come una sceneggiatura che “prende il vero essere dai primi due film e lo trasferisce direttamente al terzo, alla prossima generazione“, stando a quanto detto da Aykroyd, aggiungendo che “consegna l’eredità a una nuova generazione di stelle, attori e personaggi”.

Mckenna Grace, Finn Wolfhard e Carrie Coon interpretano una famiglia di una piccola città sospettata di essere imparentata con l’Egon di Ramis. Comunque questo nuovo film renderà omaggio a Ramis ed Egon. Il Ghostbusters 3 di Reitman “sarà spaventoso, stimolerà il pensiero e sarà molto emotivo. Ti immedesimerai se hai persone care che ti mancano, che hai perso e che vorresti rivedere”, ha detto Aykroyd. “Sarà molto evocativo in questo modo“.

Fonte