Il Problema dei Tre Corpi: Netflix risponde all’accusa dei senatori repubblicani

Questa settimana, un gruppo di cinque senatori repubblicani ha scritto una lettera al co-CEO di Netflix, Ted Sarandos, in merito all’adattamento televisivo in lavorazione del libro di fantascienza cinese di Liu Cixin, Il Problema dei Tre Corpi, accusando Netflix di normalizzare le violazioni dei diritti umani cinesi contro i musulmani uiguri della nazione dando vita ai libri di Liu.

Leggi anche: senatori americani prendono di mira la nuova serie Netflix

Adesso Netflix ha risposto direttamente alle critiche: la polemica non ha nulla a che fare con il libro.

“Netflix giudica i singoli progetti in base ai loro meriti”, ha detto Dean Garfield, VP of Global Public Policy di Netflix. “Il signor Liu è l’autore del libro, non il creatore di questo spettacolo. Non siamo d’accordo con i suoi commenti, che sono del tutto estranei al suo libro o al programma Netflix.”

I commenti in questione sono stati fatti da Liu in un’intervista al New Yorker la scorsa estate in merito al presunto trattamento del governo cinese nei confronti dei musulmani uiguri nella regione autonoma cinese dello Xinjiang uigura (XUAR).

I commenti di Liu in quell’intervista sembravano implicare che i residenti musulmani di XUAR fossero terroristi e che le azioni del governo non fossero solo a favore della sicurezza pubblica, ma anche per aiutare i residenti nella regione. Nella lettera dei senatori, hanno affermato di avere “preoccupazioni significative per la decisione di Netflix di fare affari con un individuo che sta ripetendo la pericolosa propaganda del PCC”.

La situazione è quella che solleva la questione se si possa separare un’opera artistica dalle opinioni dell’artista, ma la risposta di Netflix sembra lascia intendere di voler prendere il lavoro per i propri meriti.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: