Il produttore di Titans chiarisce le voci circa una serie su Batgirl

Il personaggio di Barbara Gordon/Batgirl si trova in un momento strano per quanto riguarda gli adattamenti sullo schermo.

Come sapete, per quanto riguarda il live-action, non l’abbiamo vista da quando Alicia Silverstone è comparsa come Barbara Wilson in Batman & Robin, mentre nel mondo animato si è fatta vedere in Young Justice, ma comunque un adattamento live-action che renda veramente onore al personaggio non si è mai visto.

Tempo addietro Joss Whedon doveva scrivere e dirigere un film incentrato sulla vigilante della Bat-Family, ma come sappiamo poi la cosa non è andata in porto. Successivamente lo Warner è andata avanti con Birds of Prey, e Christina Hodson è stata ingaggiata come sceneggiatrice per un progetto di Batgirl.

Ma qui si parla ancora del lato DC Extended Universe delle produzioni, ed ancora le informazioni sono talmente poche che è inutile dire che il progetto sia confermato. Un altro adattamento però è stato lasciato intendere non molto tempo fa, ed stando all’ormai vecchio rumor, una serie su Batgirl potrebbe arrivare sulla piattaforma di streaming DC Universe.

Il produttore di Titans, Akiva Goldsman, ha rivelato però allo scorso fine settimana al Comic-Con di New York, che Batgirl era originariamente inclusa nel programma Titans, portando quindi la serie ad avere ben tre membri della Bat-Family. Da quel momento la serie ha ricevuto il rinnovo per una seconda stagione, ma ancora nessuna informazione precisa su Batgirl. C’è la possibilità che nel futuro si possa vedere la vigilante nel piccolo universo in costruzione in seno a DC Universe? Stando a Goldsman è bene non riporre troppe speranze, perlomeno nell’immediato futuro:

“C’è stato un momento nella trasformazione in atto dell’universo cinematografico DC, in cui i lungometraggi stavano per dire: ‘Bene, faremo una cosa e poi se funzionerà, bene, se no forse potresti farne un’altra’.

Geoff Johns ha preso Robin e lo ha trattenuto: metter su uno show tv con non era esattamente la loro idea principale, ma è stato proprio Geoff a volerlo. Quindi, in realtà, se ci pensate abbiamo un numero sorprendente di personaggi, e la notevole assenza di Cyborg. Un numero sorprendente di personaggi che in altri contesti sarebbero potuti apparire come scorporati, quindi li stiamo custodendo in modo prezioso. Ne abbiamo ancora diversi, ma ce ne sono alcuni che non otterremo.”

C’è già stato un esempio del genere all’interno delle produzioni DC, come ad esempio il divieto alla The CW di utilizzare la Suicide Squad, cosa che ha evidentemente portato a rivalutare la quarta stagione di Arrow. Era complicato avere due versioni dei personaggi divisi fra grande e piccolo schermo, ma per fortuna ultimamente la cosa è cambiata. Abbiamo Grant Gustin ed Ezra Miller che interpretano Barry Allen, Tyler Hoechlin e Henry Cavill che interpretano entrambi l’Uomo d’acciaio, e Deathstroke in Arrow è vivo e vegeto allo stesso tempo in cui Joe Manganiello è ancora nel ruolo.

Con Batgirl però sembra che, specialmente con Birds of Prey pronto ad entrare in produzione, ci sia l’intenzione di tenerla per il grande schermo. Un esempio analogo è quello di Carol Danvers per la Marvel, che sarebbe dovuta comparire in Jessica Jones nel ruolo di migliore amica come nei fumetti di Alias, ma poi ciò non è avvenuto e sappiamo il perché. Forse è lo stesso per Batgirl, e visto che ci sono piani per il grande schermo, ciò preclude l’utilizzo negli show DC Universe.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: